Si finge operatore bancario e tenta di svuotarle il conto: denunciato

Lunedì 31 Maggio 2021 di Tranquillino CAVALLO

Si finge un operatore bancario per truffare una 22enne, ma dopo aver scoperto un ammanco da 3500 euro la ragazza lo denuncia. Nei guai è così finito, con l'accusa di truffa, un 30enne di origini albanesi ma residente a Mesagne.
 La truffa è stata portata a termine con il metodo dello spoofing, cioè con un semplice imbroglio.

I FATTI

Il 30enne dopo essersi impossessato del numero di telefono della vittima l'ha contattata facendole credere che la telefonata provenissise dal suo istituto di credito e che stava effettuando dei controlli telefonici per la sicurezza del conto corrente. Durante la prima telefonata l’uomo, con modi affabili, è riuscito a carpire il numero segreto del “pin” della ragazza. Quindi, è entrato nel conto corrente della 22enne per accertarsi della quantificazione del deposito presente. Infine, ha messo a punto la seconda parte della truffa. Ha richiamato la ragazza chiedendogli se avesse autorizzato un bonifico di 14 mila euro. 
La ragazza, spaventata, ha risposto di non aver mai autorizzato una tale operazione e ha chiesto all’interlocutore in che modo poteva bloccare il bonifico. L’impostore ha risposto alla ragazza che gli avrebbe fatto arrivare sul telefonino un codice “Otp” con il quale poteva bloccare il tutto. L’acronimo “Otp” sta per One time password ossia una password usa e getta formata da un codice alfanumerico che viene generato in automatico da un algoritmo e inviata all’utente tramite sms. Una volta arrivato il codice la ragazza lo ha digitato. E qui è scattata la truffa e dal conto sono spariti 3500 euro.
Quando finalmente la ragazza si è accorta del raggiro, ha presentato una denuncia contro ignoti ai carabinieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA