Crolla il tetto di un'abitazione: morto sotto le macerie un operaio

Mercoledì 29 Settembre 2021

MESAGNE - Tragico incidente sul lavoro a Mesagne. Un operaio di 42 anni, Benito Branca, è deceduto in seguito al crollo del tetto di una palazzina in ristrutturazione in via Maiella. La sciagura si è consumata intorno alle 12 mentre erano in corso le opere di manutenzione dell’edificio. Tutto in pochi istanti, con il cedimento che ha provocato un vasto cumulo di macerie: sotto è stato ritrovato il corpo senza vita dell'operaio.

 

 

I tentativi disperati di salvarlo

Immediati i soccorsi: qualcuno dei presenti, in attesa dei vigili del fuoco, ha iniziato a scavare con le mani. Vani i tentativi di rianimazione da parte dei medici del Servizio 118. Per il 42enne, purtroppo, è stato tutto inutile. Sul posto, insieme al personale dello Spesal, anche gli investigatori, impegnati nei rilievi finalizzati a fare chiarezza sulla tragedia. Gli inquirenti stanno acquisendo anche la documentazione inerente le opere in corso.

 

La lunga scia di morti sul lavoro in Puglia

La tragedia è l'ultima di una lunga serie che ha insanguinato la Puglia nelle ultime settimane. Dal Salento - con la morte di tre operai - al Foggiano, dove stamattina un operaio è stato investito da un tir lungo l'A1. L'uomo aveva 47 anni ed era campano. Stava predisponendo la segnaletica per l'apertura di un cantiere per l'installazione di bande rumorose sul margine laterale della carreggiata quando è stato travolto. L'incidente ha coinvolto anche altri due operai: uno è rimasto leggermente contuso e ha rifiutato le cure mediche, l'altro è illeso.
A quanto si apprende, la vittima lavorava per la ditta Edil San Felice di Nola (Napoli), subappaltatrice di Autostrade. A investirlo è stato un tir guidato da un camionista originario della provincia di Brindisi. L'autista del mezzo pesante si è fermato per i soccorsi. Il 47enne - secondo una prima ricostruzione dell'accaduto - sarebbe rimasto schiacciato tra il tir che lo ha investito e il camion della ditta per cui lavorava. Per lui non c'è stato nulla da fare.

 

Ultimo aggiornamento: 30 Settembre, 10:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA