Le sigarette di contrabbando ora viaggiano in pullman: arrestato l'autista

Le sigarette sequestrate
BRINDISI - Contrabbando di sigarette tra l’Albania e l’Italia: i finanzieri e i funzionari dell’Agenzia delle dogane hanno sequestrato presso il varco portuale di Costa Morena a Brindisi mille pacchetti, riportanti i noti marchi “Merit” e “Winston” e privi di contrassegno di Stato, nascosti all’interno di un pullman di linea in arrivo con un traghetto dal porto di Valona.

Un mezzo ritenuto insospettabile durante i controlli, ma che ha svelato una nuova strategia da parte della criminalità che opera sull’altra sponda dell’Adriatico. Il carico, 20 chilogrammi, erano stati nascosti nel vano del motore che alimenta l’impianto di climatizzazione del pullman  diretto in Sicilia. Non si esclude, quindi, che i 1.000 pacchetti di sigarette fossero destinati a raggiungere l’isola, dove da qualche tempo i finanzieri hanno scoperto un mercato illecito nelle province di Palermo e Catania. Al termine dell’operazione, uno due autisti, il 45enne albanese K.Z., è stato arrestato per il contrabbando di sigarette.

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 3 Aprile 2019 - Ultimo aggiornamento: 19:26