Da Lecce a Brindisi per amore: ma l'evasione gli costa cara

Da Lecce a Brindisi per amore: ma l'evasione gli costa cara
Cosa non si fa per amore. Il 28enne brindisino Domenico Santantonio è addirittura evaso dagli arresti domiciliari per raggiungere la sua ragazza. Il “colpo di testa”, durato solo 6 giorni, è avvenuto mentre si trovava rinchiuso presso la comunità “Arcobaleno” di Lecce. Sono state le ricerche effettuate dai carabinieri del Reparto operativo del Comando provinciale nei luoghi abitualmente frequentati in città dal giovane a consentire di localizzarlo nella serata di lunedì in casa della convivente.
Una volta scoperto, Santantonio ha alzato la tapparella della camera da letto dell’appartamento - posto al piano rialzato - e attraverso un terrazzino di pertinenza ha poi cercato la fuga attraverso dei balconi confinanti, ma senza riuscirci. Il 28enne, autore di una rapina commessa nel mese di febbraio in una gioielleria di Sava, in provincia di Taranto, ha quindi fatto ritorno in carcere presso la casa circondariale di via Appia.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 10 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 20:38