Brindisi, crocieristi Msc alla scoperta dei due castelli: c'è l’accordo con il Comune

Sabato 30 Aprile 2022 di Francesco TRINCHERA

BRINDISI - L’offerta per i croceristi potrebbe arricchirsi a breve con un tour che tocca i due castelli di Brindisi. L’idea è stata sottoposta alle principali compagnie di navigazione che, a partire da Msc, avrebbero accolto la proposta. Ora si stanno perfezionando gli ultimi dettagli per creare un vero e proprio itinerario tra il Castello Svevo (quello di terra) ed il complesso dell’isola di Sant’Andrea con Castello Alfonsino e Forte a Mare, che probabilmente prenderà il via nelle prossime settimane. 

 

Brindisi, la sfida del turismo: «La città diventi appetibile, solo così ci sarà una svolta»


In questa prospettiva si era già espresso favorevolmente anche il sindaco, Riccardo Rossi, in occasione della conferenza stampa di presentazione della stagione crocieristica , quando aveva parlato anche di un possibile servizio di motobarca che partendo dalla stazione marittima dovrebbe raggiungere proprio l’isola di Sant’Andrea. Nelle settimane precedenti, invece, il Comune aveva avviato una raccolta di idee per selezionare proposte da sottoporre alle compagnie (che hanno l’ultima parola su ciò che proporranno ai viaggiatori). Ma più in generale, la visita ai due castelli arricchirebbe la sosta in città dei viaggiatori che già nelle principali toccate (a partire dalla nave più grossa, la Msc Armonia) hanno dimostrato di essere particolarmente attratti dal patrimonio monumentale brindisino, anche perchè con l’arrivo delle navi la macchina dell’accoglienza che è stata predisposta ha portato ad una serie di accordi con gli enti proprietari dei principali beni monumentali. Un offerta che, con l’aggiunta di questa possibilità, si va perciò ad arricchire con due “pezzi pregiati”. 

Brindisi, l'ingresso in porto della Msc Armonia


I due monumenti sono, comunque, già da adesso a disposizione di brindisini e viaggiatori che volessero visitarli. Il Castello Svevo, sede della Brigata San Marco, è fruibile in alcune date specifiche sino alla fine dell’anno in virtù del protocollo di intesa sottoscritto tra Comune e Marina Militare (anche se è stato annunciato l’annullamento della data del 7 maggio). La visita parte dall’androne per poi andare nella piazza d’armi con vista della catena angioina, “utilizzata a partire dal XIV secolo per chiudere l’accesso nel porto, salvata e conservata per un periodo nel Tempio di San Giovanni al Sepolcro dopo l’abbattimento, nel 1776, delle due torri sulle sponde del canale d’ingresso”. Quindi, si giunge alla sala “Federico II”, antico granaio del castello in cui sono posizionati tre dipinti del pittore ateniese Giovanni Papagiorgio, ovvero Estasi di San Francesco confortato dalla musica dell’Angelo, Santa Barbara e Santi Cosma e Damiano. Successivamente, si prosegue nella sala storica dove c’è una mostra fotografica sulla San Marco, con l’accompagnamento di un militare o di un membro dell’Anmi (l’associazione nazionale dei marinai). Il percorso va poi dalla piazza d’armi alla galleria che conduce al terrazzo arsenale ed ancora al mastio (torrione) angioino, e quindi percorre la galleria degli stemmi, il ponte e infine giungere nella chiesa dove è custodita la tela seicentesca della Santissima Vergine con il Bambino. 

Brindisi, arriva la ruota panoramica sul lungomare

L'organizzazione

La fruizione di Castello Alfonsino e Forte a Mare è garantita grazie all’associazione Le Colonne, che accompagna i turisti tra i due complessi con visite guidate in orario pomeridiano, con un itinerario che parte dal portale manierista per poi proseguire lungo l’area della darsena e quindi, dopo aver raggiunto l’antemurale cinquecentesco, si incammina per le sale storiche passando quindi al camminamento di ronda, giungendo infine a Forte a mare. 
La stagione dei record per le crociere a Brindisi, intanto, si arricchisce, a sorpresa, di una settantaduesima toccata. Ieri, infatti, ha fatto tappa in città la Norwegian Star della Norwegian Cruise (rappresentata dall’agenzia Titi Shipping), che originariamente doveva fare tappa a Corfù ma che ieri pomeriggio ha fatto richiesta di poter sbarcare dall’altra parte del mare. L’Autorità di sistema portuale del mar Adriatico meridionale ha reso noto che l’imbarcazione, lunga 294 metri, è quindi arrivata in città attraccando però a Costa Morena nord (rispetto all’approdo tradizionale a Costa Morena est). 
«Nonostante la richiesta improvvisa – ha infatti sottolineato l’ente portuale - i nostri uffici si sono immediatamente attivati per assicurare non solo i consueti servizi, ma anche e soprattutto reperire la banchina di ormeggio», che per le dimensioni della nave è stata individuata proprio a Costa Morena Nord. Sempre Adspam ha attivato l’infopoint sotto la propria sede in piazzetta Vittorio Emanuele, allertando anche il Comune di Brindisi “per la predisposizione dei propri servizi di accoglienza, prontamente garantiti dall’assessore al Marketing Territoriale Emma Taveri”. La stima è che a bordo della nave della compagnia scandinava ci fossero mille passeggeri circa: per alcuni di questi, secondo quanto spiega l’Authority, “la compagnia ha organizzato escursioni per 4 bus, per un totale di circa 180 passeggeri” mentre gli altri si sarebbero trattenuti in città, prima della ripartenza verso Kotor, in Montenegro, nel pomeriggio. Un altro arrivo della Norwegian Star è previsto per il 6 maggio.

Ultimo aggiornamento: 14:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA