Crociere: il 2022 a Brindisi sarà l'anno dei record tra Msc e Costa

Giovedì 17 Febbraio 2022 di Francesco TRINCHERA
La Costa Luminosa

Un numero record di “toccate” e l’arrivo per la prima volta di un player di rilievo come Costa Crociere, con la conferma di Msc e l’aggiunta di altre imbarcazioni nel segmento “luxury”. Arrivano buone notizie per la stagione crocieristica del 2022 nel porto di Brindisi, secondo quanto è stato annunciato dall’Autorità di sistema portuale del Mar Adriatico meridionale. Il calendario si snoda tra i mesi di aprile e quelli di novembre, per un totale di 69 approdi con punte di 11 toccate mensili a luglio ed ottobre.

Le grandi compagnie

Le compagnie orientate ad una clientela più ampia saranno la Msc, che torna con la Armonia programmando 32 toccate, e la già citata Costa, che con la Luminosa ne farà invece 23 e che aveva avviato nei mesi scorsi anche un corso di “Culinary management and specialist on board”, in collaborazione con l’Alberghiero.

L’Armonia arriverà da Venezia ogni lunedì, ripartendo poi alla volta di Mykonos, mentre la Luminosa farà tappa ogni venerdì giungendo da Corfù prima di ripartire per Spalato. Tra gli altri “brand” (come detto, del segmento luxury e maxi yacht) che hanno scelto Brindisi per la prossima stagione crocieristica anche Hapag Lloyd Cruises con Europa (il primo arrivo, previsto per il 3 aprile), Noble Caledonia con Island Sky Phoenix Reisen o con Amadea, Elegant Cruises con Amadea e Monet, Seabourne Cruise Line con Quest ed Encore, Holland Amercian Line con Oosterdam, Club Med con Club Med 2, Wilhekmsen con The Word. L’ultimo arrivo sarà quello della Armonia il 14 novembre.

Trend positivo

Un’inversione decisa di tendenza, a quanto sembra, rispetto ai dati allarmanti che erano stati registrati nei due anni precedenti e che erano stati particolarmente segnati dalle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria da Covid-19. Anche per questo, si è detto soddisfatto il presidente dell’Authority Ugo Patroni Griffi, per il quale questo risultato «è il primo, rilevante e inconfutabile risultato dell’azione di infrastrutturazione del porto che avevamo progettato da tempo e che finalmente abbiamo potuto avviare». Per il numero uno dell’ente la sinergia avviata «con l’assessore comunale al Marketing territoriale, Emma Taveri, produrrà l’altro requisito imprescindibile, richiestoci in tutte le nostre azioni di promozione, ossia la risposta della città». In questo senso, la proposta di «consentire ai crocieristi di vivere tour esperienziali indimenticabili sul territorio, infatti, significa legare al nostro porto le compagnie già presenti e attrarre l’attenzione di nuovi, prestigiosi protagonisti di un mercato in rapidissima espansione».

Il porto da infrastrutturare

Dello stesso avviso l’agente di Costa Msc Teo Titi, per il quale «il dato importante, al di là del numero consistente di scali, è quello delle tante compagnie che hanno deciso di scalare il porto oltre alla scelta dei due maggiori player come Costa Crociere e Msc di effettuare approdi settimanali per tutta la stagione». Titi, in particolare, vede una conferma della «strategicità geografica del porto e la sua attrattività verso questo mercato in quanto porto baricentrico rispetto ai due maggiori sistemi turistici pugliesi: Valle d’Itria a nord e Salento a sud». In questo senso, l’agente marittimo ha auspicato «la costruzione della nuova banchina dedicata alle crociere nella ex spiaggia di Sant’Apollinare e ad un terminal crocieristico» per consentire al porto di «divenire un vero hub, oltre a quello di Venezia, di riferimento per tutto l’Adriatico».

Ultimo aggiornamento: 18 Febbraio, 14:23 © RIPRODUZIONE RISERVATA