Remì, il meticcio giustiziato dai balordi per strada. La padrona: «Aiutatemi a trovarli»

Martedì 29 Gennaio 2019 di Mariateresa LANZILLOTTI
Remì, il cane ucciso da un'arma da fuoco
Forse hanno pensato che fosse divertente sparare un colpo d’arma da fuoco contro un cagnolino, in pieno giorno. È accaduto in centro a Carovigno, in provincia di Brindisi. Il piccolo Remì è morto in strada. Disperata, la sua famiglia ha sporto denuncia ai carabinieri. La proprietaria, Rosa Epifani: “Aiutateci a fare giustizia per lui, chi ha visto parli”.

Un storia che si fa fatica anche solo ad immaginare e che riporta all'attenzione  della cronaca l’ennesimo episodio di crudeltà sugli animali. Stamattina la famiglia di Remì, meticcio di 9 anni, ha aperto la porta di casa e lo ha lasciato uscire, come ogni giorno. Lui era abituato a fare una passeggiata da solo, in centro, vicino all’abitazione nella quale è cresciuto, e poi a ritornare, ha raccontato la sua proprietaria.   Alle 11 la telefonata di un'amica alla proprietaria: "C'è un cane morto in strada, gli hanno sparato. Credo sia Remì". Ultimo aggiornamento: 18:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA