Grassi in Consiglio regionale. E Brindisi “punta” alla giunta Emiliano

Giovedì 21 Ottobre 2021 di Francesco RIBEZZO PICCININ

BRINDISI - Brindisi festeggia l’ingresso in consiglio regionale di Carmelo Grassi dopo la rideterminazione della ripartizione dei seggi richiesta dal Tar alla Prefettura di Bari. Da tempo, infatti, il capoluogo non aveva un proprio rappresentante nella maggioranza di governo tra i banchi di via Gentile. Per la precisione, dalla fine dell’ultima legislatura da presidente di Nichi Vendola, iniziata con le elezioni regionali del 2010 che videro come unico rappresentante eletto di Brindisi in maggioranza Giovanni Brigante, nella lista “La Puglia per Vendola”. Dopo di lui, nelle elezioni del 2015, un altro brindisino entrò in consiglio regionale ma non in maggioranza: il pentastellato Gianluca Bozzetti.
Da qui l’entusiasmo, soprattutto sul fronte del centrosinistra della provincia di Brindisi che, anche se nessuno si sbilancia al momento, spera finalmente di ottenere anche un posto in giunta alla luce dei nuovi numeri. Allo stato attuale, infatti, i rappresentanti brindisini del Partito democratico nel consiglio regionale sono tre (con Fabiano Amati e Maurizio Bruno), dunque uno in più rispetto a quelli di Lecce e di Foggia. E la maggioranza di centrosinistra può contare in provincia su una pattuglia di cinque consiglieri (con Mauro Vizzino e Alessandro Leoci). Per il momento, tuttavia, in città ed in provincia i democratici, come del resto tutto il centrosinistra, si limitano a festeggiare, in attesa di fare valere il proprio peso.
Il sindaco Riccardo Rossi definisce «una bellissima notizia per la nostra città» l’ingresso di Grassi in consiglio regionale. «Carmelo - aggiunge - sarà una preziosa risorsa per Brindisi e per il mondo della cultura pugliese. A lui i complimenti per questo importante risultato e gli auguri di buon lavoro. Forza Carmelo». Anche per il segretario cittadino del Pd Francesco Cannalire l’elezione di Grassi «è una notizia davvero positiva per il Partito Democratico di Brindisi e in generale per tutto il centrosinistra della città. È stata premiata la fermezza di tutto il circolo Pd di Brindisi che in maniera unanime ha individuato in lui, concorrendo in maniera determinante alla sua candidatura e al suo sostegno nelle fila del partito, la persona giusta, autorevole e conosciuta per la sua correttezza e il suo spessore morale a rappresentare la città».

Gli scenari

La scelta, rivendica Cannalire, «alla luce degli ultimi risvolti, rivela la lungimiranza di tutte le iscritte e gli iscritti del circolo Pd di Brindisi che, ognuno per la propria parte, hanno lavorato perché ciò accadesse senza farsi condizionare da quelle “spinte” che avrebbero voluto che si compiessero scelte di persone ben al di sotto delle qualità che invece esprime l’uomo e il politico Carmelo. Non solo il Partito Democratico ma tutto il centrosinistra della città di Brindisi, adesso, può sentirsi rappresentato e sono certo che il consigliere regionale Carmelo Grassi potrà dare il suo determinante contributo alla necessaria pacificazione di tutta l’area riformista brindisina. Con un pizzico di orgoglio, a nome di tutto il circolo del Pd di Brindisi, posso dire che il nuovo corso politico del partito caratterizzato da scelte basate su competenza, correttezza, moralità iniziato nel 2017, continua a dare, come è evidente, i suoi frutti».
Esulta anche la vice presidente di Puglia Sviluppo Antonella Vincenti, consigliera comunale a Sandonaci ed ex componente della segreteria nazionale del Partito democratico. «I più sinceri auguri di buon lavoro - commenta dopo la notizia della sua nomina - a Carmelo Grassi, neo consigliere regionale del Partito Democratico, persona perbene e dalle grandi capacità. La sua nomina è una grande opportunità per la città di Brindisi e l’intera provincia. Sono certa saprà onorare con impegno e passione questo prestigioso incarico».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA