Bomba da disinnescare, zona rossa nei 1.617 metri: parcheggi vietati alle auto. Niente gas per centinaia di case

Mercoledì 4 Dicembre 2019 di Lucia Pezzuto
Il Comune di Brindisi corregge l’elenco delle vie da sgomberare e diffode il vademecum per il 15 dicembre. Un nuovo elenco delle vie da evacuare, infatti, è stato pubblicato sul sito deell'ente, il Coc, il Centro Operativo Comunale ha introdotto alcune variazioni rispetto all’elenco inizialmente diffuso. Il raggio da isolare resta sempre quello dei 1.617metri così come richiesto dal Protocollo Nato che il Prefetto, Umberto Guidato, ha inteso seguire alla lettera. Nella giornata del prossimo 15 dicembre 53mila persone lasceranno le loro abitazioni per consentire le operazioni di disinnesco dell’ordigno bellico ad opera degli artificieri della Brigata meccanizzata Pinerolo 11^ Reggimento Genio Guastatori. 

CONSULTA IL PIANO: evac_03191044.pdf

Solo nell’area dei 500 metri, quelli maggiormente prossimi all’ordigno, sarà interrotta l’erogazione del gas mentre nella delimitazione dei 1.617 metri dovranno essere spostate anche le auto. Queste indicazioni sono consultabili nel vademecum pubblicato sempre sul sito del Comune di Brindisi. Nello specifico, si legge che l’accesso all’area di evacuazione è interrotto dalle ore 5 del mattino; che bisogna lasciare le abitazioni entro le ore 8 del mattino fino alle fine delle operazioni di disinnesco al suono delle sirene o consultando i mezzi di informazione; nel raggio dei 500 metri sarà interrotta l’erogazione del gas dalle ore 6 del mattino del 15 dicembre, inoltre è importante chiudere la valvola del gas in ogni abitazione al fine di garantirne la riattivazione; divieto di circolazione e sosta nel raggio dei 1617 metri e vietato anche lasciare i veicoli a motore in strada; si ricordano le aree di accoglienza quali via Mantegna civico 8, via Mantegna civico 23, via Montebello civico 11, via Guanella civico 9, via Gigante civico 2, via Primo Longobardo civico 6, via Maddalena civico 31, via Flores civico 37, via della Torretta civico 40, via Nicola Brandi civico 1, via Brandi civico 11, via Brandi civico 14, via Amalfi civico 6, via Appia civico 356 (presso queste ultime sei aree di accoglienza sarà possibile portare con sé anche gli animali di affezione); le aree di attesa sono, invece, il parcheggio stadio comunale, parco Cillarese, via Andrea Mantegna al quartiere Sant’Elia, Masseriola, Piazza dei Pini al quartiere La Rosa; si ricordano, infine, i numeri utili quali lo 0831.229888 per segnalare persone non autosufficienti, il 112 numero unico per le emergenze e il 118 per l’emergenza sanitaria.

Sul web esplode l'ironia: «La bomba? Fatela brillare in mare»


Nel frattempo si susseguono le proposte per i brindisini che vorranno essere coinvolti in iniziative nella giornata del 15 dicembre, dopo l’apertura anticipata del centro commerciale Le Colonne, i biglietti ridotti per lo Zoo Safari di Fasano e l’accoglienza da parte dell’amministrazione comunale di Mesagne, la Cooperativa Eridano lancia su facebook un invito: il prossimo 15 dicembre tante persone a Brindisi dovranno lasciare le loro case per consentire le operazioni di disinnesco della bomba. Abbiamo pensato che l’evacuazione potesse essere una buona occasione per far toccar loro con mano come, in un contesto speciale come il nostro, anche una situazione di disagio può trasformarsi in un’esperienza suggestiva ed emozionante. “A partire dalle sei del mattino le porte saranno aperte per chiunque sceglierà di trascorrere le ore dell’evacuazione ed ragazzi saranno lieti di offrire una colazione con biscotti, crostate ed altre squisitezze frutto della loro attività laboratoriale in ambito gastronomico”. Per motivi organizzativi la cooperativa prega di inviare una conferma telefonica al numero mobile 329.4329531 o per e-mail n.vinci@cooperidano.it. 

La cooperativa Eridano opera da tanti anni sul territorio. Gli ideatori di questo progetto hanno ristrutturato la vecchia sede dell’orfanatrofio nei pressi di contrada Betlemme. Intanto venerdì prossimo è previsto un nuovo vertice in Prefettura a Brindisi, un ulteriore incontro del Ccs con la partecipazione di tutte le componenti delle istituzioni ed enti coinvolti nella predisposizione delle pianificazioni necessarie per la rimozione dell’ordigno bellico. Nel corso dell’incontro verranno messi a punto gli ulteriori dettagli operativi in vista dell’intervento che avrà luogo domenica 15 dicembre prossimo. Al termine dell’incontro si terrà una conferenza stampa. Ultimo aggiornamento: 5 Dicembre, 10:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA