Nel pc custodiva materiale pedo-pornografico: arrestato un 21enne

Venerdì 1 Ottobre 2021

Chat con minori ad sfondo sessuali e  nel pc e nello smartphone materiale pedopornografico. Questo è quanto emerso dall'attività investigativa portata avanti dagli agenti della polizia postale pugliese. Nei guai è finito un 21enne di Brindisi all'esito di una attività investigativa condotta dal dipartimento Polposta di Bari e coordinata dalla Procura della Repubblica di Lecce.

I fatti

A far scattare le indagini una segnalazione dell'organizzazione non governativa estera che si occupa di tutela dei minori "Necmec" che riferiva della condivisione in rete di file pedopornografici da parte di diversi utenti, tra cui un italiano. Non è stato difficile per gli agenti della polizia postale risale all'identità del 21enne. Immediata è scattata la perquisizione domiciliare dove gli agenti hanno ritrovato nel pc e nello smartphone del ragazzo materiale "scottante". Il gp del Tribunale di Lecce ha disposto la misura degli arresti domiciliari. L'ordinanza è stata eseguita dal personale della Polizia postale e delle comunicazioni di Brindisi.

Ultimo aggiornamento: 2 Ottobre, 08:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA