Cade per strada e muore in ospedale: imputati otto medici

L'ospedale Perrino di Brindisi
Otto medici imputati per la morte di un uomo di 85 anni, deceduto in ospedale dopo una caduta per strada: il gip di Brindisi, Giuseppe Biondi, ha disposto l’imputazione coatta a fronte di una richiesta di archiviazione del pm Francesco Carluccio, per la gran parte delle 12 persone iscritte nel registro degli indagati per omicidio colposo. Solo per 4 di loro non sono stati ravvisati gli estremi per un approfondimento dibattimentale. La contestazione è di aver cooperato nel causare la morte di Teodoro Trane, ricoverato il 28 maggio del 2016 per un “trauma da caduta con fratture costatili, che presentava versamento pleurico nonché versamento endoaddominale”.
Secondo quanto ipotizzato alcuni di loro avrebbero agito con negligenza tanto nel decidere uno spostamento inopportuno del paziente, quanto nel non contemplare “la possibilità di procedere a intervento chirurgico o almeno a un trattamento emotrasfusivo”.
L’inchiesta nasce dalla denuncia dell’amministratrice di sostegno (nominata dal giudice tutelare) di Trane, Stefania Ester Spina, che lamentava genericamente condotte per l’appunto “negligenti o imperite” del personale sanitario.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Lunedì 16 Aprile 2018 - Ultimo aggiornamento: 17-04-2018 06:31