«Aiuto ho la carta clonata», ma il "ladro" era il nipotino di 12 anni

«Aiuto ho la carta clonata», ma il "ladro" era il nipotino di 12 anni
«Non ho fatto quelle spese. Mi hanno clonato la carta di credito». Inizia così la storia di un uomo di Brindisi che si è rivolto alla Polizia per scoprire chi prosciugava il suo conto con acquisti online fatti presso alcuni operatori commerciali esteri. Un vero mistero: le spese a suo carico sono continuate anche dopo che l’uomo aveva provveduto ad aggiornare la carta dopo la prima denuncia.
Poi l’incredibile scoperta: a usare impunemente la carta era il nipote 12enne.
Gli investigatori sono arrivati a lui attraverso la cronologia degli ultimi ordini che avvenivano su un portale dove la carta di credito del parente era memorizzata come metodo predefinito di pagamento. Una volta svelato l'arcano la vicenda si è spostata in famiglia, dove il caso non ha portato per fortuna alle spese folli finite recentemente agli onori della cronaca. Il ragazzino a quanto pare era piuttosto oculato e il danno per l'ignaro parente si è rivelato piuttosto contenuto.
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Sabato 6 Aprile 2019 - Ultimo aggiornamento: 07-04-2019 12:52