Dalla colazione alla cena sospesi a 50 metri d'altezza: tappa pugliese per “Dinner in the sky»

Martedì 6 Aprile 2021

Quando si dice, toccare il cielo con un dito. Chi vorrà, potrà farlo il prossimo luglio, a Trani, mangiando sospeso a 50 metri d'altezza. L'estate, infatti, porterà a una tappa pugliese dell'iniziativa itinerante “Dinner in the Sky”, format gastronomico su una piattaforma tenuta in aria da una gru che ha già conquistato più di 70 Paesi in tutto il mondo e preso al lazo palati illustri, a partire dal principe di Monaco, Alberto. 

Collegandosi al link https://dinnerinthesky.it/eventi/dinner-in-the-sky-trani/ si potrà prenotare un tavolo dal 2 al 4 luglio per colazione (durata 45 minuti), pranzo (circa un'ora sospesi nell'aria), per un aperitivo di 50 minuti o una cena, l'appuntamento più duraturo con un'ora e 15 minuti complessivi. La piattaforma comprende un tavolo da 5 tonnellate, sollevato da 16 cavi di acciaio: la gru che ne assicura la sospensione in aria e la sicurezza pesa 120 tonnellate. 

 

La presentazione del progetto


 
«I commensali - si legge sul portale - arrivano sul posto alcuni minuti prima, accolti delle hostess che ne effettuano la registrazione prima di accompagnarli nella zona hospitality. Successivamente vengono accompagnati due alla volta alla piattaforma dove vengono allacciati ai sedili, in stile Formula 1, dal personale di sicurezza. Una volta che tutti hanno preso posto, inizia un countdown di 10 secondi per salire in cielo ad un’altezza di 50 metri, dove si svolge l’evento». 
 
L'esperienza aerea può costare dai 50 euro della colazione ai 160 euro per la cena, costo comprensivo anche di un aperitivo di benvenuto in attesa di essere trasferiti a 50 metri d'altezza e della vista mozzafiato sul molo di Santa Lucia. «Abbiamo avuto un ottimo riscontro - dice Stefano Burotti, titolare della società Dits Italia srl di Riccione, concessionaria esclusiva per l'Italia di Dinner in the Sky - In poche ore abbiamo ricevuto una marea di ordini, e visto il periodo non possiamo lamentarci. Contiamo perciò di organizzare anche altre tappe in Puglia in futuro».

Ultimo aggiornamento: 13 Aprile, 13:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA