Assalto al portavalori, inferno sull'A1 tra esplosioni e spari di kalashnikov: in fumo un colpo da oltre due milioni, arrestati quattro foggiani

Sabato 11 Dicembre 2021

I fatti risalgono a qualche mese fa ma la svolta odierna ha portato a quattro persone arrestate al termine di un'indagine della Polizia di Modena, con ordinanze di custodia cautelare, per l'assalto a un furgone portavalori avvenuto il 14 giugno sull'A1, nei pressi dell'uscita di Modena Sud.

I fatti

Ci furono spari, esplosioni, auto incendiate e chiodi furono lanciati sulla carreggiata. L'autostrada venne chiusa e tutto si concluse senza feriti e il bottino, per circa 2,5 milioni, non venne rubato. Gli arresti sono stati eseguiti dai poliziotti della squadra mobile di Modena e Foggia e del compartimento Polstrada Emilia-Romagna, coordinati dal Servizio Centrale Operativo, nelle province di Foggia e Verona, mentre nelle province di Roma, Foggia, Mantova e Barletta-Andria-Trani sono state eseguite perquisizioni.

Dalle indagini è emerso che il commando era composto da circa 15 persone. Il portavalori venne prima affiancato da un'auto con a bordo alcune persone travisate e armate di kalashnikov. Furono sparati colpi che provocarono l'urto del mezzo contro il guardrail e il new jersey.

Ultimo aggiornamento: 21:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA