Litiga col marito e lo uccide a coltellate: la donna ha confessato

Martedì 27 Agosto 2019
Ha ammesso di aver ucciso l’ex marito assumendo un atteggiamento collaborativo con la magistratura, la 48enne di Margherita di Savoia che ieri ha assassinato con una coltellata alla gola Nicola Pizzi, 53enneo imprenditore del comune della provincia di Barletta-Andria-Trani. Lo rivelano i due legali della donna, gli avvocati Mario Aiezza e Bernando Lodispoto. La 48enne è stata arrestata per omicidio da carabinieri della compagnia di Cerignola. «Nelle prossime 48 ore sarà fissata l’udienza di convalida davanti al Gip - aggiungono i due penalisti - e in quella sede valuteremo la possibilità di chiedere eventuali approfondimenti di natura psichiatrica».
Sarebbe stata la stessa 48enne a consegnare ai carabinieri l’arma del delitto: un coltello da cucina. Dalle indagini sono emersi problemi tra i due ex coniugi legati alla fine del loro matrimonio. Pochi giorni fa era arrivata la sentenza di separazione definitiva, questo potrebbe aver acuito i dissapori. La Procura di Lecce ha disposto l'autopsia.

Il violento diverbio tra i due coniugi era iniziato in casa per poi proseguire in strada, al culmine della lite la 48enne ha inferto la coltellata mortale all’ex marito. Inutili i tentativi di rianimare la vittima da parte dei medici del 118: l’uomo è deceduto per una violenta emorragia. La donna è stata fermata poco dopo dai carabinieri nella sua abitazione. Ultimo aggiornamento: 13 Settembre, 13:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA