Maxi operazione della polizia: 12 arresti per furti e rapine ad autotrasportatori/I nomi

Maxi operazione della polizia: 12 arresti per furti e rapine ad autotrasportatori/I nomi
3 Minuti di Lettura
Martedì 25 Ottobre 2022, 08:00 - Ultimo aggiornamento: 22:28

Furti e rapine ad autotrasportatori: è in corso una vasta operazione condotta dagli investigatori della Polizia Stradale di Bari che hanno dato esecuzione a 12 ordinanze di custodia cautelare in carcere e domiciliari nei confronti di altrettanti individui residenti nella provincia di Bat e Foggia. L'attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Trani, ha evidenziato l'esistenza di una associazione per delinquere radicata in territorio di Andria, dedita alla consumazione di furti e rapine in danno di autotrasportatori. 

Avrebbero commesso più "colpi" anche fuori dalla Puglia le dodici persone arrestate questa mattina ed accusate di associazione a delinquere finalizzata ai furti e alle rapine ai danni di autotrasportatori. La polizia stradale di Bari, su disposizione della Procura di Trani, ha notificato le ordinanze di misure cautelari (otto in carcere e quattro ai domiciliari) nei confronti degli indagati che sono di Andria e Cerignola (Foggia). Dovranno rispondere anche dei reati di ricettazione e riciclaggio di veicoli. Le indagini sono partite nel febbraio del 2021, all'indomani di un furto di merce trasportata a bordo di un veicolo commerciale fermo in sosta di notte, all'interno dell'area di servizio «Dolmen Sud», a Bisceglie. Un furto messo a segno tagliando il telo del mezzo e asportandone il contenuto. Dopo di allora, secondo gli inquirenti, il gruppo criminale sarebbe responsabile di diversi reati contro il patrimonio anche fuori dai confini regionali. La polizia durante le indagini - è emerso durante la conferenza stampa a cui hanno preso parte, fra gli altri, il questore di Andria, Roberto Pellicone, il procuratore Renato Nitti e il dirigente della stradale della Puglia Luca Speranza - si è avvalsa di intercettazioni telefoniche, oltre ad attività di pedinamento e osservazione, che hanno consentito di individuare i presunti responsabili e recuperare le refurtive. Gli arrestati, tutti con precedenti penali specifici, vengono ritenuti «di indubbia pericolosità sociale, pronti ad usare violenze e minacce nei confronti delle povere vittime pur di raggiungere lo scopo».

Il furto contestato

Ci sarebbe anche il furto commesso a Trani nel maggio del 2021 di un furgone Fiat Ducato usato dalla rappresentativa azzurra paralimpica di "Power Chair football", il calcio in carrozzina elettrica, tra i colpi messi a segno dalla presunta banda dedita ai furti ed alle rapine ai camionisti, arrestati questa mattina dalla Polizia stradale di Bari, su ordine della Procura di Trani. All'interno del furgone c'era tutta l'attrezzatura degli atleti. Sempre secondo quanto emerso dalle indagini, nella presunta organizzazione criminale (dodici arrestati tra Andria e Cerignola) ciascuno aveva il suo ruolo e importante risultava la conoscenza del territorio e una vasta disponibilità di veicoli, per lo più di provenienza furtiva. I mezzi rubati, inoltre, venivano cannibalizzati, sfruttando quello che è stato definito in conferenza stampa dagli inquirenti un «legame consolidato con la malavita cerignolana ben disposta a riceve i beni di provenienza delittuosa».

I nomi

In carcere:
Abbasciano Nicola, Mancino Vincenzo, Monterisi Riccardo, Moschetta Vincenzo, Pantaleo Francesco, Pomo Nicola, Quercia Michele e Suriano Michele tutti di Andria

Ai domiciliari:
D'anna Paolo, Morra Vincenzo, Lezzi Giovanni e Tristano Savino tutti di Cerignola. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA