Gare di velocità in auto e in moto, il sindaco costretto a chiudere l'area

Gare di velocità in auto e in moto, il sindaco costretto a chiudere l'area
2 Minuti di Lettura
Sabato 29 Ottobre 2022, 07:55 - Ultimo aggiornamento: 11:28

Un provvedimento assunto malvolentieri ma indispensabile. Il sindaco di Bisceglie Angelantonio Angarano ha disposto il divieto di transito per tutti i veicoli sull'intera estensione della superficie pavimentata della nuova area polifunzionale di via San Martino nei giorni in cui non sono previste attività (al momento limitate al solo appuntamento con il mercato settimanale al martedì). Le eccezioni riguarderanno, naturalmente, i mezzi degli operatori commerciali, di soccorso, delle forze dell'ordine e quelli per la pulizia stradale.

Costretti a causa dell'inciviltà

«Siamo stati costretti a farlo per colpa dell'inciviltà di qualcuno» ha commentato il primo cittadino. «Non potevamo tollerare ulteriori episodi inammissibili come quelli che si sono verificati negli ultimi giorni» ha aggiunto, riferendosi all'utilizzo improprio dell'area per stupide gare in auto e in moto. Le sanzioni previste per i trasgressori sono comprese fra gli 87 e i 344 euro, in base a quanto definito nel Codice della strada.

«Faremo il necessario per preservare una zona così moderna e importante da vandali e incivili. Mi appello alla stragrande maggioranza dei biscegliesi: collaborino affinché l'area polifunzionale sia mantenuta nelle condizioni migliori, perché è un luogo utilizzato per lavoro da centinaia di operatori e frequentato da migliaia di persone» ha sottolineato Angarano.

Concorde anche Confcommercio: «Apprendiamo con favore e plaudiamo a questa iniziativa da parte dell'amministrazione. Riteniamo di vitale importanza mettere in pratica ogni misura utile per tutelare il decoro e la tenuta dell'area» ha commentato il presidente Leo Carriera. Martedì 1° novembre, malgrado la festività, il mercato si terrà regolarmente: il Comune ha accettato l'apposita richiesta presentata dalle associazioni di categoria Fiva Confcommercio, Mercatincittà e Casambulanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA