Il padre gli nega il denaro, lui tenta di ucciderlo con un'ascia

Martedì 5 Novembre 2019
Ha chiesto al padre di dargli del denaro, ma al suo rifiuto una furia cieca gli ha armato la mano. E con un'ascia ha tentato di uccidere il genitore, colpendolo alle spalle. Fortunatamente, i colpi inferti con l’accetta non sono stati fatali e pochi centimetri sono stati la salvezza del padre 50enne, raggiunto dall'ascia alla nuca, due volte, e dietro le spalle. 

Durante la lite accoltella connazionale: arrestato per tentato omicidio

Picchia a morte il figlio di 2 anni e abbandona il cadavere: «Il suo corpicino era irriconoscibile»

Il figlio lo accoltella, lui lo copre: «Mi sono ferito tagliando il pane»

I carabinieri della stazione di Minervino murge, dove il fatto è accaduto, hanno subito arrestato il 24enne con problemi di tossicodipendenza: dovrà rispondere di tentato omicidio, di estorsione e atti persecutori. La violenza sarebbe stata scatenata da una lite: il giovane avrebbe preteso il denaro promettendo, in cambio, di ritirare alcune denunce sporte nei confronti del genitore. Al suo rifiuto, il 24enne ha scatenato la sua aggressività. Ha atteso il rientro in casa dei genitori e del fratello minore e, appena sceso dall'auto, ha colpito il padre alle spalle tre volte. Il 50enne si è accasciato, mentre il figlio ha tentato di darsi alla fuga. Subito rintracciato dai militari dell'arma, il giovane è stato quindi arrestato su disposizione del pm di turno, Silvia Curione, del Tribunale di Trani.

Il padre, subito soccorso, è stato trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale Bonomo di Andria. Le ferite sono state suturate ma, fortunatamente, non è stato dichiarato in pericolo di vita.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA