Rifiuti "ScartOff" a Barletta, artigiani del riuso creativo

Rifiuti "ScartOff" a Barletta, artigiani del riuso creativo
Li hanno chiamati "riciclattoli" e sono giocattoli realizzati con materiali di riuso. Così un vecchio flacone di shampoo e una vecchia maglia colorata possono trasformarsi in una barca a vela, una scatola di scarpe e della carta possono trasformarsi in un teatrino.



Cartone, pezzi di stoffa, sacchetti di carta, tutto può diventare la base per creare un giocattolo originale e unico. L'idea, presentata durante l'ultima edizione della Fiera del Levante di Bari, è degli artigiani di "ScartOff", Michelina Rociola e Antonella Semeraro. La loro eco bottega con sede a Barletta, vincitrice nel 2012 di Principi Attivi della Regione Puglia, trae spunto dal recupero delle tradizioni delle antiche botteghe di arte e mestieri attualizzate e rivisitate in un nuovo e innovativo concetto di produzione, basato sul recupero e sul riuso creativo dei materiali.



"Tutto ciò che esiste è materia prima per diventare altro - dice Antonella - perché un materiale diventa rifiuto solo dopo milioni di trasformazioni. Tutto ciò che viene scartato può avere una seconda vita". Le due artigiane del riuso si rivolgono infatti alle aziende del territorio per ottenere scarti che per loro diventano materie prime utili a realizzare accessori moda (borse, gioielli, accessori per biciclette), pezzi di arredamento (librerie, tavolini, sedute, appendiabiti, lampade, lampadari, pareti attrezzate) ma anche idee regalo e giocattoli, come quelli che hanno costruito in occasione della campionaria barese nell'ambito di laboratori creativi con i bambini.



ScartOff, infatti, nascendo dalla forte passione per l'artigianato e per i lavori manuali, nonché e soprattutto dalla spiccata etica ambientale e rispetto per la conservazione dell'ambiente, è anche formazione e informazione. Antonella e Michelina diffondono la cultura delle tematiche ambientali, dei principi di riduzione dei rifiuti, di riciclo e riuso non solo con le lore originali creazioni, ma anche attraverso attività didattiche nelle scuole e nelle strade, con seminari, laboratori e incontri pubblici dedicati, in cui il sapere e il saper fare si incontrano, dando vita a esperienze di ricreazione e formazione. Burattini di cartone e lattine prendono vita un un riadattato bidone per la spazzatura come "creatività e rispetto per l'ambiente prendono vita nella nostra bottega".
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Martedì 13 Ottobre 2015 - Ultimo aggiornamento: 20:30