Vasco, al concerto sequestrati gadget contraffatti e denunciati parcheggiatori abusivi

Giovedì 23 Giugno 2022

Come sempre, il carrozzone di Vasco si porta dietro anche alcune criticità. Oltre 20 sequestri amministrativi di merce venduta abusivamente sono stati eseguiti ieri dalla Polizia locale di Bari durante il concerto di Vasco Rossi nello stadio San Nicola.

Quasi 2.100 tra bevande in vetro, lattine e bottiglie vietate e centinaia di gadget venduti abusivamente intorno lo stadio, «taluni contraffatti in quanto raffiguranti il brand registrato del cantante» spiega la Polizia municipale. Sette parcheggiatori abusivi sono stati verbalizzati con oltre un centinaio di euro sequestrati; quattro furgoni risultati presi a noleggio e utilizzati da ambulanti abusivi campani sono stati intercettati in zona Stadio e tutta la merce abusivamente contenuta e in vendita è stata sequestrata; quattro persone sono state inoltre denunciate per violazione dell'ordinanza sindacale sul divieto di vendita di bevande in contenitori in vetro.

In 10mila senza biglietto fuori dallo stadio per ascoltarlo

Per quanto riguarda la gestione della viabilità, la Polizia locale fa sapere che alle oltre 50mila persone che hanno assistito all'evento nell'impianto sportivo, «almeno altre diecimila si sono avvicinate allo stadio per tentare di vedere Vasco Rossi o ascoltare dall'esterno le canzoni» e «le ultime auto hanno lasciato il parcheggio alle 3 del mattino». «Per la Polizia locale - dice il comandante, il generale Michele Palumbo - sono state 36 ore di servizi impegnativi: 220 unità impegnate per servizi di viabilità, controlli commerciali e di polizia amministrativa e giudiziaria».

Ultimo aggiornamento: 10:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA