Un nuovo parcheggio a pagamento: 224 posti auto vicino via Amendola

Un nuovo parcheggio a pagamento: 224 posti auto vicino via Amendola
di Samantha DELL'EDERA
4 Minuti di Lettura
Sabato 26 Novembre 2022, 09:09 - Ultimo aggiornamento: 09:27

Un euro all'ora dalle 8 e 30 alle 20.30 e 224 posti auto. La giunta comunale, con apposita delibera, ha istituito ieri l'area di sosta a pagamento nel nuovo parcheggio tra via Nicola Tridente e via Pietro Sette a Bari, «stante si legge nella delibera - l'ampia richiesta di parcheggi in una zona fortemente interessata da esercizi commerciali ed uffici pubblici».

Lunedì l'inaugurazione

L'area di sosta, che sarà inaugurata lunedì, sarà gestita dall'Amtab ed è stata realizzata di recente ed inaugurata lo scorso settembre. I lavori portati avanti dal Comune hanno riguardato la riqualificazione di via Pietro Sette in tutto il suo sviluppo (da via Amendola fino a via Tridente): la strada è stata chiusa in due tratti, in momenti differenti, per consentirne la riqualificazione, con la realizzazione di una pista ciclabile, di nuovi marciapiedi, di aiuole e nuovi alberi, nonché con l'intervento di riordino dei sistemi di parcheggio. In questo tratto di via Pietro Sette, contemporaneamente ai lavori di riqualificazione della strada in modo da ridurre i disagi ai cittadini, il Comune ha realizzato, fuori dall'accordo Ined, un tronco fognario di 150 metri che permette di smaltire efficacemente l'acqua piovana in caso di forti piogge.


Completato il collaudo, anche il parcheggio è pronto ad essere attivato: prima della riqualificazione era un piazzale in materiale stabilizzato, frequentato spesso da parcheggiatori abusivi. Adesso, invece, presenta gli stessi standard di finitura dell'area del park&ride di largo 2 Giugno: permeabilità totale, percorsi a senso unico, stalli auto a spina di pesce di facile ingresso e uscita e nuovo verde con 83 alberi ad alto fusto e oltre 630 arbusti. «Si tratta di un parcheggio sostenibile aveva detto l'assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Galasso - un pezzo di città privo di impermeabilizzazione che conta anche circa 30 posti per moto e bici, quattro postazioni di ricarica elettrica ultraveloce di Enel X e la riserva di posti auto prevista per legge per le persone con disabilità.
Il costo complessivo dell'intervento è stato pari a circa 850mila euro (sostenuti dal soggetto attuatore dell'accordo di programma Ined), cui si aggiunge l'intervento di realizzazione del tronco di fogna bianca del valore di circa 130mila euro con fondi del civico bilancio.

Il modello park&ride


Il Comune sta puntando molto sul miglioramento delle aree di sosta. Il modello del park and ride di Largo Due giugno sarà per esempio replicato nel futuro park and ride di via Scopelliti, vicino al cimitero. Il parcheggio attrezzato (anche quello sarà a pagamento gestito da Amtab) disporrà di circa 750 posti auto, 20 per disabili e stalli per ciclomotori. Sarà fruibile da due ingressi, su via Scopelliti e su via Tommaso Fiore, dove un'unica uscita permetterà al flusso veicolare di immettersi nella rotatoria di via Tommaso Fiore senza particolari impedimenti. La progettazione sarà eseguita secondo i più moderni standard con pavimentazione drenante e fasce di alberature centrali. A disposizione ci sono due milioni e mezzo di euro (700mila euro da usare per le procedure di esproprio) anche se i lavori subiranno un aumento dei prezzi, così come previsto per le altre opere pubbliche in corso e in fase di avvio. La previsione del Comune è di riuscire a mandare in gara il progetto entro l'estate del 2023 per cantierizzarlo per la fine del prossimo anno.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA