Treni, ok al nodo ferroviario a nord di Bari: oltre 800 milioni di euro per realizzare 11 chilometri di ferrovia e collegare cinque quartieri

Treni, ok al nodo ferroviario a nord di Bari: oltre 800 milioni di euro per realizzare 11 chilometri di ferrovia e collegare cinque quartieri
3 Minuti di Lettura
Martedì 15 Febbraio 2022, 18:08

Sì alla variante della ferrovia lunga 11 chilometri e 200 metri che interesserà i quartieri di Palese e Santo Spirito, Catino, San Pio e Torricella a Bari. Opera attesa da vent'anni che sarà realizzata con un finanziamento di oltre 800 milioni di euro.

L'assessore Maurodinoia annuncia il finanziamento

«Oggi il Cipess ha approvato il finanziamento del progetto di Rfi per il nodo ferroviario a nord di Bari». Lo annuncia l'assessora ai Trasporti della Regione Puglia, Anita Maurodinoia. «Si tratta - osserva - di una notizia importantissima per completare il potenziamento e la valorizzazione della linea ferroviaria barese. Il nuovo progetto, del valore complessivo di 804 milioni di euro, di cui 608 finanziati con il fondo Fsc, prevede una variante ferroviaria lunga 11 chilometri e 200 metri e interessa i quartieri di Palese e Santo Spirito, Catino, San Pio e Torricella, al servizio dei quali verrà realizzata anche una nuova stazione».

Fondi Pnrr per le Sud Est: così cambieranno 7 stazioni nel Salento

«Sul progetto del nodo ferroviario di Bari si sta lavorando da oltre vent'anni - spiega l'assessora - Mentre per la variante a sud i lavori sono avviati, la variante nord era ancora bloccata, poiché il progetto originario, presentato più di dieci anni fa, non aveva ottenuto il via libera da parte della commissione tecnica di verifica dell'impatto ambientale. Si trattava in effetti di un progetto che avrebbe lasciato il tracciato ferroviario nella sede attuale, a discapito di quartieri attraversati e tagliati in due dalla ferrovia. Con questo nuovo progetto - ha concluso l'assessora - si pongono le basi per ricucire i quartieri e renderli sempre più vivibili, oltre che per garantire un sistema ferroviario sicuro, efficiente e rispettoso delle peculiarità del territorio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA