Taser alle forze dell'ordine dal 14 marzo, anche Bari e Brindisi tra le città coinvolte

Le 4.482 armi ad impulso elettrico saranno impiegate dagli equipaggi della Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza

Taser alle forze dell'ordine dal 14 marzo, anche Bari e Brindisi tra le città coinvolte
3 Minuti di Lettura
Venerdì 11 Marzo 2022, 13:29 - Ultimo aggiornamento: 13:32

Ci sono anche Bari e Brindisi tra le 18 città italiane che dal 14 marzo vedranno le forze dell’ordine con a disposizione le pistole a impulsi elettrici taser. In tutto saranno distribuite a Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza 4.482 pistole, che il governo aveva acquistato lo scorso luglio.

La dotazione dopo la fase di sperimentazione 

In Italia i taser erano già stati sperimentati a livello locale, con alcuni problemi; ora verranno ufficialmente utilizzati dalle forze dell’ordine come strumento alternativo alle armi da fuoco. Saranno date in dotazione in 14 città metropolitane italiane (Roma, Torino, Milano, Venezia, Genova, Bologna, Firenze, Bari, Cagliari, Napoli, Reggio Calabria, Palermo, Messina e Catania) e quattro capoluoghi di provincia (Caserta, Brindisi, Reggio Emilia e Padova).

La tecnologia 

I taser permettono l’immobilizzazione totale di una persona sono stati progettati a partire dalla fine degli anni Novanta. Sono considerati uno strumento controverso tanto che dall’ONU, nel 2007, sono stati giudicati uno strumento di tortura: secondo Amnesty International hanno causato centinaia di morti negli Stati Uniti, dove sono largamente impiegati dalle forze dell’ordine. Anche per questo nel 2017 l’azienda Taser International aveva deciso di cambiare nome.

Taser a Bari e Brindisi. Marti: “Risultato della Lega”
 

«Dal 14 marzo in due città della Puglia, Bari e Brindisi, prenderà il via una piccola importante rivoluzione per le forze dell’ordine, l’utilizzo del taser. È un punto di arrivo di un processo fatto di scelte politiche e percorsi burocratici che ha preso il via, va ricordato, con e per volontà del leader della Lega Matteo Salvini, che nel 2018 era Ministro dell’Interno - sottolinea il senatore Roberto Marti, segretario regionale del partito in Puglia -. Tutti gli operatori delle forze di polizia cui sarà consegnato il taser seguiranno un percorso di formazione, a tutela loro e di tutti i cittadini. Bari e Brindisi sono solo le prime due città pugliesi da cui il percorso di sperimentazione prenderà il via lunedì prossimo. Come ha ricordato il sottosegretario all’Interno Nicola Molteni, che ringrazio per l’impegno profuso, sono ad oggi 4482 i taser messi a disposizione in tutta Italia. L’impegno è di dotare di questo indispensabile strumento i carabinieri, i poliziotti e finanzieri in tutte le città».

© RIPRODUZIONE RISERVATA