San Nicola, la festa entra nel vivo a Bari: sorteggiati i motopescherecci. Il programma

San Nicola, la festa entra nel vivo a Bari: sorteggiati i motopescherecci. Il programma
di Samantha DELL'EDERA
4 Minuti di Lettura
Venerdì 29 Aprile 2022, 05:00

Con il sorteggio dei due motopescherecci che trasporteranno il quadro e la statua del Santo il 7 e l’8 maggio è iniziata ufficialmente la festa di San Nicola a Bari. Ieri sera, dopo la messa in Basilica, celebrata dal priore, padre Giovanni Distante, si è tenuto il tradizionale sorteggio delle due imbarcazioni. Tre gli armatori che hanno partecipato: Stefano Palmieri, per la prima volta, con la Giovanni Paolo II, la famiglia De Giglio con la Santos e la famiglia Pupillo con l’imbarcazione Nicolaus. «De Giglio aveva presentato quattro motopescherecci – racconta padre Distante – ma ha ritirato gli altri tre per dare la possibilità ad altri armatori di partecipare al sorteggio». Alla fine il quadro del Santo sarà trasportato sulla Giovanni Paolo II mentre la statua sulla Santos.

Iniziano i festeggiamenti

«Iniziano oggi – ha detto il sindaco Antonio Decaro – con l’estrazione dei motopescherecci i festeggiamenti per San Nicola. Oggi torniamo a stare insieme, torniamo a tenerci per mano, torniamo ad essere in presenza con la grande comunità del Santo Patrono di Bari». Subito dopo il sorteggio, che è stato accompagnato da forti applausi, è partita la processione della statua in auto, dalla Basilica a corso Vittorio Emanuele fino a piazza Garibaldi per poi proseguire sul lungomare. Centinaia le persone presenti, un bagno di folla. Per l’occasione è stato imposto il divieto di transito (al passaggio della processione) sul lungomare Imperatore Augusto, su piazzale IV novembre, su corso Vittorio Emanuele, davanti a palazzo di città, dove l’auto con la statua ha effettuato una breve sosta, su piazza Garibaldi ed ancora su via San Francesco d’Assisi, piazza Massari, corso De Tullio, per rientrare in Basilica.

Il corteo storico e gli altri appuntamenti

Il prossimo appuntamento ora è per il 7 maggio, la giornata del corteo storico. Si comincerà alle 18 con la processione con il quadro del Santo da San Giorgio. Il quadro “sbarcherà” e sarà poi portato al Castello da dove partirà il corteo storico, affidato quest’anno alla regia di Nicola Valenzano. Al corteo, che inizierà intorno alle 20 e 30 e terminerà alle 22 e 30 in Basilica, prenderanno parte circa 700 figuranti. Come promesso dallo stesso regista sarà un corteo votato alla tradizioni: «Una rievocazione di quanto realmente accaduto nel 1087 – ha detto il regista Valenzano – anche se non mancheranno i momenti spettacolari».

L’8 maggio le messe in Basilica cominceranno all’alba. Alle 6.45 è prevista la processione con la statua del Santo per i vicoli del centro storico fino al molo San Nicola dove alle 10 si terrà la messa con l’arcivescovo di Bari Bitonto, monsignor Giuseppe Satriano, e successivamente l’imbarco della statua in mare. L’8 maggio è la giornata in cui la città accoglierà i pellegrini provenienti da più parti della regione e di Italia, soprattutto dall’Abruzzo e dalle Marche. Appuntamento invece nel pomeriggio alle 16.30 con l’esibizione delle Frecce Tricolori, mentre alle 20 ci sarà lo sbarco della statua e la processione fino a piazza del Ferrarese con l’accensione delle luminarie. Alle 22 spettacolo pirotecnico.

Infine lunedì 9 maggio, la tre giorni di festa si concluderà con la celebrazione in Basilica e il miracolo della Sacra Manna, alle 18. Alla 22 lo spettacolo pirotecnico e alle 22.30 spettacolo musicale. Dal 7 maggio il lungomare Nazario Sauro, il lungomare Imperatore Augusto e corso Vittorio Emanuele saranno chiusi al traffico: previsti spazi anche per bancarelle e per la vendita di cibi e bevande. Sulla rotonda di largo Giannella sarà invece allestito il villaggio del Gusto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA