Piano mobilità per Natale: park and ride di domenica e più navette per lo shopping

Piano mobilità per Natale: park and ride di domenica e più navette per lo shopping
di Elga MONTANI
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 30 Novembre 2022, 05:00

Fervono i preparativi a Bari per le prossime festività natalizie, ormai alle porte. E in vista dell’avvio dei festeggiamenti, coincidenti come ogni anno con il San Nicola del prossimo 6 dicembre, si sta lavorando per implementare il trasporto pubblico. Servizio fondamentale soprattutto considerando il maggior afflusso di persone in centro, legato allo shopping e ai diversi eventi che dovrebbero avere luogo tra il centro cittadino e la città vecchia. Obiettivo primario quello di decongestionare il centro cittadino dal traffico automobilistico in queste particolari giornate che ci aspettano sia nel mese di dicembre che nella prima settimana di gennaio. Previsto un servizio navette aggiuntivo che andrà a collegare i diversi park&ride cittadini con le vie dello shopping. La stessa Amtab, in qualità di società che si occupa della gestione della sosta e delle aree servite dalle navette, ha fatto delle richieste in tal senso al Comune. I primi servizi aggiuntivi dovrebbero essere previsti per domenica 4 dicembre e per il 6 dicembre.

Per il giorno di San Nicola, e per le celebrazioni che all’alba si svolgono a Bari Vecchia, per agevolare l’afflusso di fedeli, che solitamente arrivano non solo dalla città, ma anche dalle zone limitrofe, la prima partenza della Navetta A dall’area di sosta di corso Vittorio Veneto lato terra sarà anticipata alle 4 del mattino. Per quanto riguarda, invece, il servizio nelle giornate di domenica e festivi, quando normalmente il servizio di park&ride non è attivo, verrà svolto nelle seguenti date: 4, 8, 11, 18 e 26 dicembre 2022, 6 e 8 gennaio 2023. Le prime partenze dalle aree di sosta di corso Vittorio Veneto – lato terra, Pane e Pomodoro e Largo 2 Giugno ci saranno alle 8 del mattino. Invece, le ultime partenze dal centro città saranno alle ore 23:40 per la navetta C (park&ride di largo Due Giugno), alle 22:50 per la navetta A (park&ride di corso Vittorio Veneto – lato terra) e alle 22:40 per la navetta B (park&ride di Pane e Pomodoro). Le corse delle navette A e B, inoltre, andranno ad essere sostituite negli orari successivi, fino alle 02:10 del mattino, dalle corse della navetta AB. Gli orari delle navette andranno a coincidere con quelli di apertura delle aree di sosta.

Le vigilie

Per quanto riguarda le due vigilie, ovvero il 24 dicembre e il 31 dicembre, le prime corse del servizio delle linee ordinarie coincideranno con quelle del servizio feriale, mentre le ultime corse saranno dalle 18 alle 19. La Navetta A effettuerà l’ultima corsa da corso Vittorio Veneto alle 20:30, la Navetta B, invece, farà l’ultima corsa da piazza Massari alle 20:39, infine l’ultima corsa della Navetta C da Largo 2 Giugno sarà alle 20:33. Nei giorni di Natale e di Capodanno, il 25 dicembre e il primo gennaio, non ci saranno navette e i park&ride non saranno attivi. Per quanto riguarda il servizio ordinario le prime corse partiranno dalle 7 alle 8 del mattino, mentre le ultime ci saranno dalle 12:40 alle 14. Una implementazione del servizio che ogni anno viene effettuata con la speranza che i baresi imparino a lasciare a casa l’auto, o almeno imparino a comprendere l’importanza di non intasare il centro cittadino con le auto, soprattutto nei giorni di festa. Anche se, nonostante tali accortezze, ogni anno il centro città è comunque pieno di veicoli. Basti vedere che lo scorso anno, per il fine settimana dell’8 dicembre, i numeri avevano premiato l’area di sosta più vicina al centro città, ovvero quella di corso Vittorio Veneto, mentre meno persone avevano sfruttato Pane e Pomodoro. Erano stati 408 gli accessi nella giornata di sabato 4 dicembre al park&ride e 156 nella giornata di domenica 5 dicembre per Pane e Pomodoro, mentre all’area di sosta di corso Vittorio Veneto lato terra (ex FNB/Quasimodo) se erano registrati 773 nella giornata di sabato 4 dicembre e 429 in quella di domenica 5 dicembre. Considerando che i posti sono, rispettivamente, circa 560 e circa 850, i numeri sono buoni, ma non come avrebbero dovuto essere, o come si sperava che fossero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA