Prende forma il sottopasso pedonale: unirà i rioni di Picone e Poggiofranco

Prende forma il sottopasso pedonale: unirà i rioni di Picone e Poggiofranco
4 Minuti di Lettura
Sabato 30 Aprile 2022, 08:09

La chiusura definitiva del passaggio a livello di via Delle Murge al Quartierino è sempre più vicina a diventare realtà. Proseguono a ritmo serrato i lavori che porteranno alla realizzazione di un sottopasso ciclopedonale nei pressi dell'attuale passaggio a livello. Tali lavori rientrano nella più ampia progettazione denominata Strade Nuove, finanziata dalla regione Puglia e realizzata da Ferrovie appulo-lucane. Previste nel complesso dieci opere, nove verranno realizzate da Fal e una dal Comune di Bari. Nella giornata di ieri, sopralluogo sul cantiere di realizzazione del sottopasso che andrà a collegare il Quartierino e Picone con Poggiofranco.

Decaro: «Bari europea e turistica ma difendiamo l’identità»»

Posizionata la struttura portante


Una delle operazioni più importanti verso la realizzazione di questa opera è stata effettuata nella notte tra il 24 e il 25 aprile, così da non creare problemi alla circolazione ferroviaria. Come comunicato da Cobar spa, azienda che materialmente si sta occupando dell'esecuzione dei lavori, le operazioni per posizionare la struttura portante del sottopasso sono iniziate il 24 aprile a mezzanotte e alle 17 del 25 erano terminate. «Le fasi di installazione del sottopasso sono iniziate con il taglio dei binari spiegano - e le successive operazioni di scavo, necessario ad ospitare il monolite, in calcestruzzo armato, realizzato precedentemente fuori opera in una zona adiacente a quella dei lavori. Tale monolite andrà ad ospitare il sottopasso ciclopedonale con una larghezza utile interna pari a 5,30 metri, e conterrà una sezione pedonale ed una sezione ciclabile. A scavo ultimato, attraverso l'uso della tecnologia di spinta oleodinamica, il monolite è stato traslato di 29 metri nella zona oggetto di lavori. Successivamente, è stato eseguito un rinterro con conseguente ripristino della linea ferroviaria, attraverso la ricostruzione dei binari interrotti. Subito dopo è stato eseguito un collaudo dell'opera attraverso il passaggio di un treno prova».

Soddisfatta l'assessore Maurodinoia


Al sopralluogo era presente l'assessore ai trasporti della regione Puglia, Anita Maurodinoia: «Non possiamo che esprimere soddisfazione per i ritmi con i quali si sta lavorando e per il progetto. Vediamo realizzarsi un primo intervento, per il sottopasso che collegherà via Matarrese con via Pasteur, e auspichiamo che la fine lavori possa arrivare anche prima rispetto al cronoprogramma presentato lo scorso ottobre. Siamo anche soddisfatti del fatto che Fal ha recepito una richiesta che avevamo fatto, ovvero procedere con i lavori senza interrompere la circolazione ferroviaria, e quindi senza creare disservizi ai cittadini». «Questa è una di quelle opere che mette insieme l'efficientamento ferroviario con il raddoppio del binario, con la riorganizzazione complessiva della viabilità aggiunge il sindaco Decaro verranno realizzate quattro rotatorie, vari innesti e allargamenti di strade, e allo stesso tempo si dà continuità al flusso ciclopedonale con il collegamento tra questi due quartieri, grazie anche alla chiusura di un passaggio a livello che avrebbe dovuto essere chiuso almeno 30 anni fa». L'investimento complessivo è pari a 18 milioni di euro e i tempi di realizzazione previsti sono di 2 anni. Oltre ai lavori per il sottopasso, in questo momento sono in corso anche i seguenti lavori: rotatoria tra viale Tatarella e viabilità di raccordo con via Matarrese; viabilità di raccordo tra viale Tatarella e via Matarrese; rotatoria tra via Mazzitelli, viale Cotugno e via generale Bellomo; anello di circolazione tra viale Solarino e viale Cotugno; raddoppio ferroviario tra Bari Policlinico e Bari Sant'Andrea. Da cronoprogramma il sottopasso dovrebbe essere pronto per settembre 2023.

© RIPRODUZIONE RISERVATA