Polignano, non c'è il pontile per le barche: turista cade in mare

Polignano, non c'è il pontile per le barche: turista cade in mare
di Alfonso SPAGNULO
4 Minuti di Lettura
Martedì 2 Agosto 2022, 08:17

«Polignano a Mare non ha un punto di imbarco e sbarco pubblico per andare in mare. In attesa di trovare una soluzione definitiva al problema, poiché dal 1° maggio è iniziata la stagione balneare, ogni anno viene posizionato un pontile con relativo corridoio di lancio in Cala San Vito nel rispetto delle prescrizioni dettate dal demanio e dalla capitaneria. Ad oggi, 1° agosto l’installazione non è ancora avvenuta. Il problema è stato da me sollevato sin da maggio scorso. Cosa intende fare la nuova amministrazione per far sì che una delle poche attrattive turistiche del nostro paese possa continuare a svolgersi in sicurezza?». A parlare è la consigliera comunale del Movimento 5 Stelle Maria La Ghezza, sconfitta da Vito Carrieri al ballottaggio alle scorse amministrative. La consigliera pentastellata ha riportato in auge l’argomento dopo che una turista, proprio a causa della mancanza del pontile a San Vito, è caduta facendosi male.

L'interrogazione

«Nel maggio scorso – sottolinea la La Ghezza – presentai un’interrogazione al commissario prefettizio. Premisi che ogni anno viene realizzato un punto di imbarco e sbarco temporaneo con posizionamento del pontile e del relativo corridoio di lancio in Cala S. Vito. Il primo maggio è iniziata la stagione balneare ed è diventato pertanto obbligatorio posizionare il pontile alle condizioni stabilite dall’Ufficio Demanio Regionale e dalla Capitaneria di Porto di Bari, con relativo smontaggio e messa a dimora a fine stagione nei luoghi comunali adibiti a deposito, nonché riposizionare il corridoio di lancio attraverso ancoraggio boe, messa in linea cime, posizionamento corpi morti con relativo smontaggio e ripristino dei luoghi a fine stagione. Ma ancora oggi il pontile giace nei depositi comunali in condizioni forse non agibili e una sua installazione immediata è, forse, poco praticabile. La Capitaneria di porto di Monopoli ha espresso parere favorevole, per le vie informali, alla realizzazione del punto di imbarco e sbarco temporaneo a Cala Paguro nell’attesa che venga montato il pontile a Cala S. Vito». Ma, come detto, siamo ad agosto e del pontile nessuna traccia.

La donna caduta in mare

Dicevamo dell’incidente in cui è incappata una diportista. Una comitiva di Conversano aveva prenotato una gita presso una dei tanti motoscafi che portano a spasso i turisti nelle acque polignanesi. I problemi si sono manifestati quando, al ritorno, la barca è giunta a San Vito e occorreva far scendere i turisti. Per cause in corso di accertamento una giovane donna che era a bordo del motoscafo ha perso l’equilibrio, non essendoci un pontile dove scendere, ed è caduta in modo scomposto finendo in mare. L’incidente del tutto involontario provocava un trauma ad una spalla alla sfortunata donna. Una lussazione che ha avuto bisogno comunque di una consulenza medica. La scena pare sia stata talmente traumatizzante che un’amica della donna caduta che aveva assistito alla scena è svenuta dalla paura. Comunque dopo essere stata accompagnata sulla battigia la ragazza è stata soccorsa dagli operatori del 118, nel frattempo allertato da chi aveva assistito alla scena.
Ecco quindi che questo incidente a riportato in auge la necessità di ripristinare la passerella. Per la consigliera La Ghezza «è veramente inconcepibile che in un paese turistico come si vanta di essere Polignano a Mare manchino strutture per lo più elementari come può essere, appunto, un pontile per imbarco e sbarco»

© RIPRODUZIONE RISERVATA