Natale, dopo il Covid tornano le tradizioni: il 2 dicembre le luminarie e la prima esposizione della statua di San Nicola

Natale, dopo il Covid tornano le tradizioni: il 2 dicembre le luminarie e la prima esposizione della statua di San Nicola
di Samantha DELL'EDERA
4 Minuti di Lettura
Martedì 15 Novembre 2022, 08:44

Bari torna a festeggiare San Nicola il 6 dicembre, senza le restrizioni Covid che l'anno scorso erano ancora in vigore. Dalla processione della statua tra i vicoli (e non su un'auto come nel 2021) ai fuochi d'artificio, la macchina organizzativa è partita. Si comincia il 2 dicembre con l'esposizione della statua del Santo e alle 17.30 l'accensione delle luminarie natalizie sul sagrato della Basilica. Alle 18.30 si chiuderà la giornata con la cerimonia eucaristica. Dopo le messe del 3, 4 e 5 dicembre presiedute dai Padri domenicani, ci sarà il tradizionale appuntamento del 5 dicembre Aspettando San Nicola con l'animazione musicale per i vicoli della città tra le 16 e le 20 e 30 e lo spettacolo anche per i più piccoli.

Il programma 


La giornata clou sarà quella del 6 dicembre con l'apertura della Basilica al suono delle campane alle 4 del mattino, alle 4 e 30 il lancio delle diane e alle 5 la messa celebrata dal priore Giovanni Distante, rettore della Basilica. Non mancheranno le fiaccolate e la tradizione della cioccolata calda. Le messe continueranno per tutta la giornata alle 6 e 30, alle 8, alle 9 e 30 alle 11 e alle 12.30 in Basilica. Alle 18 sarà invece monsignor Giuseppe Satriano, arcivescovo di Bari Bitonto, a presiedere la celebrazione eucaristica al termine della quale ci saranno la consegna delle chiavi della città a San Nicola da parte del sindaco Antonio Decaro e la donazione dei maritaggi. Alle 20 tornerà la processione con la statua del Santo. Il corteo (che l'anno scorso fu organizzato solo in auto) partirà dalla Basilica per poi proseguire sempre a piedi per via delle Crociate, via Carmine, strada San Marco, piazzetta Sant'Anselmo, via Palazzo di Città, piazza Mercantile, piazza del Ferrarese, strada Vallisa, via Roberto il Guiscardo, strada Palazzo dell'Intendenza, strada San Domenico, via Boemondo, piazza Federico II di Svevia, piazza Odegitria, arco della Neve, via Tancredi, strada Carmine, via della Crociate, piazza San Nicola per rientrare in Basilica. Alle 21.30 dal molo di Sant'Antonio i fuochi pirotecnici. Distribuiti durante la giornata si terranno spettacoli musicali con gli zampognari di Santeramo, la Bassa Banda Luprano di Valenzano e la Banda Santa Cecilia di Bitritto.

In programma in serata la tradizionale accensione dell'albero di Natale in piazza del Ferrarese organizzata dal Comune di Bari. Ad annunciarlo lo stesso sindaco Decaro. «Con la tradizionale festa di San Nicola, il 6 dicembre, anche quest'anno illumineremo il nostro albero in piazza del Ferrarese», ha detto il primo cittadino che ha poi aggiunto: «Lo faremo tutti insieme, come sempre, ma nel rispetto del periodo che stiamo vivendo e delle difficoltà economiche che in questi mesi tutti dobbiamo affrontare».
«I festeggiamenti ha continuato saranno quindi più sobri rispetto agli altri anni ma l'amministrazione comunale ha voluto comunque abbellire la città con luminarie e piccoli eventi che possano attrarre cittadini e turisti così da sostenere le attività commerciali che proprio nel periodo natalizio possono contare su qualche occasione di lavoro in più». «Infine ha concluso - crediamo sia giusto, nonostante il momento, non abbandonare quei riti e quei momenti che ci fanno stare insieme e ci regalano un momento di bellezza, perché il Natale è soprattutto la festa dei più piccoli ed è giusto che loro possano continuare a vivere la magia di queste giornate».
I festeggiamenti per San Nicola non si fermeranno il 6 dicembre. Altri tre appuntamenti il 18 dicembre alle 19 e 30 con il pellegrinaggio di pace dei giovani dell'Arcidiocesi di Bari Bitonto e il 19 dicembre con la solennità liturgica secondo il calendario ortodosso. Mercoledì 22 dicembre il concerto di Natale nell'806° Anniversario della Fondazione dell'Ordine dei Predicatori (1216-2022) alle 20 e 30 con l'orchestra e il coro della scuola Amedeo d'Aosta di Bari.
© RIPRODUZIONE RISERVATA - SEPA

© RIPRODUZIONE RISERVATA