Stanchi di aspettare, aggrediscono operatore ecologico

Stanchi di aspettare, aggrediscono operatore ecologico
2 Minuti di Lettura
Sabato 18 Dicembre 2021, 20:07 - Ultimo aggiornamento: 20:08

Non sopportavano l'attesa e hanno aggredito un operatore ecologico al lavoro. E' accaduto a Monopoli, in provincia di Bari, questa mattina: il netturbino è stato aggredito da due persone che a bordo di un'auto, momentaneamente bloccata dietro il mezzo dei rifiuti fermo in strada, non avrebbero sopportato l'attesa.

L'aggressione

Ne dà notizia il sindaco di Monopoli, Angelo Annese. «La violenza va condannata, sempre. Oggi - scrive su facebook - ha ingiustamente subito un'aggressione un onesto lavoratore, un operatore ecologico mentre lavorava per tenere pulita la nostra città. A Giovanni, esprimo la mia completa e totale solidarietà. La Polizia Locale sta lavorando per assicurare alla giustizia i due aggressori. Le indagini sono in corso e auspico un veloce epilogo per Giovanni, per tutti gli operatori e per l'intera nostra città».

Stando a quanto riferito dal primo cittadino, il lavoratore aggredito, che si trova ancora in ospedale, era vicino al mezzo quando i due sarebbero scesi dalla propria auto scagliandosi contro di lui. Il camion dei rifiuti si era momentaneamente fermato al centro della carreggiata, bloccando il traffico, per svuotare le pattumelle della raccolta differenziata. I due uomini a bordo della macchina che era dietro il mezzo avrebbero iniziato, impazientemente, a suonare il clacson. L'operatore alla guida avrebbe detto loro di attendere qualche istante mentre il collega raccoglieva la spazzatura. A quel punto i due lo avrebbero raggiunto e aggredito con un pugno al volto e diversi calci al ventre e alle gambe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA