«Basta chiacchiere, interventi immediati contro la xylella». A migliaia alla manifestazione di Monopoli

«Basta chiacchiere, interventi immediati contro la xylella». A migliaia alla manifestazione di Monopoli
«Fermare la xylella!». Migliaia di agricoltori sono scesi in piazza stamani a Monopoli, anche con i trattori, per chiedere interventi concreti e immediati contro il dilagare del batterio della xylella che sta devastando gli olivi nel Sud della Puglia e ha ormai raggiunto anche la provincia di Bari con focolai individuati nelle campagne di Monopoli.
Gli agricoltori hanno manifestato insieme con numerosi sindaci, giunti anche dal Salento, che indossavano la fascia tricolore. Il motto della manifestazione, organizzata con associazioni di settore, è stato “Sì, combatto Xylella - Sì, per il paesaggio, la produttività e la scienza”.
La manifestazione si è svolta a Monopoli perché proprio qui, in una zona che non era stata ancora toccata dall’infezione, è stata scoperta una pianta infetta a ridosso della piana degli ulivi monumentali. Questo fa ridurre ulteriormente la zona ritenuta immune e fa spostare verso Nord la zona cuscinetto dove sono previsti interventi drastici di contenimento, come la eradicazione degli ulivi. Gli agricoltori chiedono che gli interventi per frenare l’avanzata del batterio vengano fatti tempestivamente, perché - dicono - temporeggiare significa provocare danni all’agricoltura, alla produzione olivicola e al paesaggio. Per Coldiretti «a questo punto serve un deciso cambio di passo con risorse per gli agricoltori colpiti e le necessarie eradicazioni “chirurgiche” che se fossero state fatte prima avrebbero risparmiato alla Puglia e all’Italia questa situazione drammatica».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Domenica 13 Gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento: 19:42