Auto rubate e case svaligiate: Monopoli sotto scacco dei ladri

Auto rubate e case svaligiate: Monopoli sotto scacco dei ladri
4 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Luglio 2022, 11:23 - Ultimo aggiornamento: 13:35

Non si placa l'escalation di furti che sta colpendo da settimane Monopoli. I ladri sono scatenati e si registrano anche più colpi nel corso della stessa giornata: le bande sembrano aver messo nel mirino soprattutto appartamenti e abitazioni private. E sono malviventi senza scrupoli dato che colpiscono anche con la presenza all'interno delle abitazioni degli stessi proprietari. Nel sacco finiscono sempre poche cose: preziosi, oro, gioielli, denaro e apparecchiature elettroniche come tablet o smartphone. Per non parlare poi dei tantissimi furti di auto.

Gli ultimi episodi

Nella notte tra mercoledì e giovedì, per l'ennesima volta, si sono registrati diversi casi. Un'Alfa Romeo Stelvio è stata rubata in contrada San Nicola mentre una Fiat 500 si è volatilizzata in zona stadio. E anche quando non scompaiono tutte le auto ai proprietari, al mattino, i ladri riservano sorprese comunque. Ad un'Audi Q5 parcheggiata in via Vittorio Veneto sono state rubate le ruote e il mezzo è stato lasciato poggiato su alcuni mattoni, come accadeva in vecchi film. La stessa cosa è capitata da una Mercedes Glc parcheggiata in zona Sacro Cuore. E per non farsi mancare niente sono approdati anche a Monopoli i ladri di marmitte, malviventi specializzati nell'asporto dei catalizzatori. Ad essere prese di mira soprattutto le Smart. Diverse, in città, le city car manomesse mentre erano parcheggiate in vari punti del territorio locale.


Da via Vittorio Veneto a via Fiume fino al centro cittadino, diverse sono state le segnalazioni di proprietari che, messa in moto l'auto per dirigersi al lavoro, sono stati sorpresi dal rumore generato dalla mancanza del catalizzatore. In alcuni casi i ladri avrebbero avuto il tempo per rimuovere la centralina o altre parti meccaniche della vettura. Per i proprietari, costretti a sostituire il pezzo mancante, il danno si aggira sui 300 euro a cui si aggiungono i costi di montaggio. Il boom di questi furti, però, non sarebbero da ricercare nella rivendita dei pezzi di ricambio ma nei materiali che compongono i catalizzatori. Contengono, infatti, tracce di metalli nobili come il rodio ed il palladio, un sottoprodotto di nichel e platino, che hanno una quotazione al grammo dagli 80 ai 400 euro. Il furto della marmitta, rivenduta poi al mercato nero, può fruttare ai ladri fino a circa 100-200 euro. Insomma una situazione che comincia a pesare sulle spalle dei cittadini. Non basta. Parliamo anche di droga facile, alcol a fiumi, ragazzi sballati e movida violenta.

Più controlli

I poliziotti del locale Commissariato hanno intensificato i controlli e pattugliamenti nei luoghi della movida. In particolare al Capitolo, dov'era in corso una festa di fine anno scolastico, una ragazza di 16 anni è stata soccorsa e condotta in ospedale dopo essersi sentita male per l'assunzione di alcol. Nella stessa serata la Polizia di Stato ha proceduto al sequestro di alcune dosi di droga rinvenute addosso ad un 17enne ed un 22enne segnalati come assuntori. Indagini sono in corso, invece, relativamente ad una rissa avvenuta in un locale alla periferia nord della città dov'era in corso una serata. Sembrerebbe che nel locale si sia introdotto un gruppo di almeno otto persone, provenienti dal Barese, col chiaro intento di litigare. E infatti è finita a cazzotti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA