Minacce alla consigliera Parchitelli: era favorevole alla riapertura della discarica

Minacce alla consigliera Parchitelli: era favorevole alla riapertura della discarica
4 Minuti di Lettura
Domenica 10 Aprile 2022, 16:21 - Ultimo aggiornamento: 11 Aprile, 08:34

Cartelli con intimidazioni e minacce nei confronti della consigliera regionale Lucia Parchitelli, sono comparsi questa mattina in piazza a Mola di Bari insieme ad una croce in legnio con un cartello che ripotava il numero "048". In un post sul suo profilo fb la consigliera ha scritto: «L'iniziativa di uno non potrà mai cambiare quello che penso».

Salento, lettera di minacce e auto rigata al sindaco-avvocato

I manifesti

"Alla Parchitelli - su legge su uno dei cartelli - che ha preso 500 voti a Mola gli auguriamo 500 possibilità di andare in uno 048", il codice si riferisce all’esenzione sanitaria per i malati di tumore. Chiara la motivazione delle minacce nei confronti della consigliera del Partito Democratico: la dem infatti non si é opposta alla riapertura della discarica Martucci tra Mola e Conversano. E infatti, su un altro cartello si legge chiaramente: "Invitiamo gli elettori molesi - si legge su un altro cartello - a prendere le distanze da tutti i partiti politici e le liste civiche che hanno votato a favore della discarica Martucci e non votarle alle prossime elezioni amministrative".

La risposta della consigliera

«In questa domenica dedicata alla pace, mai avrei pensato di essere destinataria di questo riprovevole gesto. L'iniziativa di uno non potrà mai cambiare quello che penso e mi lega a tanti molesi, di certo il dispiacere è tanto», scrive su facebook la consigliera Parchitelli. «Ringrazio - aggiunge - tutte le persone che con una telefonata, un messaggio o attraverso i social mi hanno fatto sentire il loro affetto e la loro vicinanza. La questione »Martucci« continuerà a vedermi attenta e partecipe della soluzione che riuscirà a garantire la tutela della salute dei cittadini. La strada dell'odio non è quella giusta da percorrere, e mai come in questo momento storico dovremmo tutti farci portatori di ben altri sentimenti».

Il sindaco di Mola

«Quando il confronto politico e civile supera il limite della decenza bisogna prendere nettamente posizione. Non saranno queste pagliacciate a non far riaprire la discarica Martucci. Augurare poi la malattia o la morte è inaccettabile, disumano - ha commentato sui social il sindaco di Mola, Giuseppe Colonna - . Quello che è accaduto stamattina in Piazza è vergognoso ed io prendo pubblicamente e nettamente le distanze ed esprimo pubblicamente la mia vicinanza a Lucia ed Elvira che quotidianamente dimostrano il loro impegno per il nostro paese, a differenza di questi soggetti che continuano invece a far danni alla nostra Comunità».

Il segretario dem Lacarra

«Alle amiche Lucia Parchitelli e Elvira Tarsitano tutta la mia vicinanza e solidarietà per le vergognose e inaccettabili frasi apparse su un manifesto a Mola di Bari. Non si può consentire che si trascenda in modo bieco e ripugnante su questioni dolorose e delicate come quella della discarica Martucci», scrive il segretario del Pd Puglia, Marco Lacarra. «Tutto il mio sdegno - prosegue - nei confronti di chi compie questi atti vili e di chi cavalcando l'onda del consenso popolare li alimenta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA