Riduce in fin di vita il vicino, a suon di botte: arrestato un 27enne

Riduce in fin di vita il vicino, a suon di botte: arrestato un 27enne
Ha ridotto in fin di vita il vicino di casa, picchiandolo a sangue per futili motivi, e poi si è allontanato. Incensurato, regolare in Italia, laureato in giurisprudenza: è l’albanese di 27 anni arrestato oggi dai carabinieri di Treviglio (Bergamo) perché accusato di essere l’autore di un brutale pestaggio ai danni di un 73enne, avvenuto il 21 agosto a Mola di Bari. L’uomo è accusato di lesioni personali pluriaggravate. A Treviglio si era da poco trasferito con la famiglia, pare in cerca di lavoro. Viste le lesioni riportate dalla vittima, il gip del tribunale di Bari nell’ordinanza di custodia cautelare non esclude che l’imputazione possa anche trasformarsi in tentato omicidio: l’anziana vittima, a causa di un trauma cranico, è infatti in pericolo di vita.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Giovedì 13 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 14:07