Albero, ruota panoramica e mercatini: ecco come sarà il Natale a Bari

Albero, ruota panoramica e mercatini: ecco come sarà il Natale a Bari
di Elga MONTANI
6 Minuti di Lettura
Venerdì 18 Novembre 2022, 05:00

C’è l’ufficialità: a Bari per Natale torneranno i mercatini natalizi sulla muraglia della città vecchia. Dopo le voci che parlavano di festività senza mercatini e la conferma della presenza degli stessi data invece dall’assessore Palone solo qualche giorno fa, ieri il Comune ha pubblicato il bando per l’assegnazione degli spazi. 

I dettagli

Come lo scorso anno saranno 30 le casette posizionate lungo via Venezia, nel tratto compreso tra piazza del Ferrarese e il Fortino Sant’Antonio, dove sarà possibile fare acquisiti a partire dal prossimo 6 dicembre. I mercatini, infatti, partiranno il giorno che tradizionalmente rappresenta l’avvio delle feste a Bari e coincide con san Nicola. Tra i 30 operatori, tre saranno associazioni di volontariato o istituzioni benefiche «in considerazione della finalità sociale, umanitaria e mutualistica di tale categoria». Oltre alle associazioni potranno partecipare al bando coloro che vendono o espongono per la vendita i propri oggetti d’arte, nonché opere d’ingegno a carattere creativo, purché in maniera non professionale; artigiani, anche del settore alimentare, e coltivatori diretti di prodotti agroalimentari biologici e/o tipici pugliesi comunque non industriali. Come sempre i prodotti in vendita non potranno essere di qualunque tipo, ma dovranno essere in tema natalizio. Da bando sarà possibile trovare nello specifico addobbi natalizi, presepi, giocattoli artigianali, candele ed altri oggetti in cera, artigianato a tema natalizio e sacro, accessori di abbigliamento artigianale e bigiotteria realizzati in loco, prodotti artigianali non industriali, prodotti agroalimentari, biologici e/o tipici pugliesi non industriali in conserve, dolci natalizi e prodotti gastronomici. 
«Torna anche quest’anno il tradizionale mercatino di Natale sulla suggestiva location della muraglia della città vecchia - commenta l’assessora allo Sviluppo economico Carla Palone -. Nell’ambito dei festeggiamenti per le festività natalizie, che per la città di Bari prendono il via, come di consueto, il 6 dicembre con San Nicola, abbiamo voluto garantire agli operatori questa opportunità di lavoro, e ai cittadini un’attrazione che negli ultimi anni è cresciuta, tanto da attrarre ogni giorno molti baresi e turisti». I mercatini saranno aperti fino al 26 dicembre tutti i giorni, compresi i festivi, dalle 10 alle 22.30, mentre per il 23 dicembre è consentita l’apertura sino alle ore 24. Gli operatori interessati a partecipare potranno presentare domanda entro il prossimo 28 novembre. 
La Ripartizione Sviluppo Economico assegnerà i posti in considerazione dell’ordine cronologico di arrivo delle istanze (data e orario di ricezione per le istanze trasmesse tramite pec, data e numero di protocollo per quelle consegnate a mano) e nel caso di acquisizione contemporanea si terrà conto dell’anzianità anagrafica del richiedente, a beneficio del meno anziano. Eventuali domande presentate fuori termine verranno considerate solo se le domande arrivate nei tempi siano inferiori ai posti da assegnare. 

Obblighi di coloro che saranno assegnatari sono: pagare la tassa per l’occupazione di suolo pubblico, tenere pulita l’area ed esserne responsabile. Ma i mercatini non saranno le sole attrazioni presenti per questo Natale, che pur nella sobrietà dovuta al periodo difficile che stiamo vivendo, dovrà essere il Natale del ritorno alla normalità post Covid.

Albero e ruota panoramica

Non solo mercatini per il Natale di Bari. Anche se i festeggiamenti saranno all’insegna della sobrietà, torna il grande albero in piazza Ferrarese offerto da Amgas, che verrà acceso la sera del 6 dicembre. Non mancheranno le luminarie che provvederanno ad illuminare gli alberi e le mura della città vecchia, così come le luminarie per le vie della città, per le quali nei giorni scorsi è stato assegnato l’accordo quadro per la durata di dieci mesi alla Paulicelli Light Design. Inoltre, in piazza Umberto, ci sarà di nuovo il villaggio di Babbo Natale. Due dovrebbero essere le vere novità di quest’anno rispetto allo scorso anno, ancora segnato dalle restrizioni dovute alla pandemia. Ci sarà, infatti, una grande ruota panoramica, che sarà circa il doppio di quella posizionata lo scorso anno a ridosso del villaggio di Babbo Natale, di fronte all’ateneo. La giunta comunale ha approvato ieri una delibera per predisporre un bando al riguardo, considerando che è arrivata al Comune di Bari una istanza per una concessione demaniale marittima avente ad oggetto l’occupazione di largo Gianella per posizionare una ruota panoramica alta 45 metri «per creare in città il calore delle feste e al tempo stesso coinvolgere i numerosi turisti che arrivano nella nostra città e i cittadini in momenti di aggregazione e socializzazione». Come si legge nella delibera, si è deciso «al fine di rendere quanto più attrattiva possibile l’installazione che verrà posizionata su largo Giannella» di provvedere a garantire ad altri operatori la possibilità di presentare proposte, al fine di valutare la migliore per la città. Potranno presentare domanda coloro che posseggano una ruota panoramica «avente un’altezza minima di 40 metri», inoltre si è deciso che tale attrazione non debba rimanere solo per le festività natalizie, ma per «un periodo di 5 mesi decorrenti dal rilascio della concessione». La presenza della ruota in largo Giannella ha già avuto successo in passato, ed è un evento che potrà rappresentare «un’opportunità di crescita culturale, economica e più in generale nel cosiddetto “stare insieme”, in un clima natalizio offrendo un’occasione di svago tenendo conto dei benefici economici che ne possono derivare». L’altra novità, su cui però si sta ancora trattando, è la possibilità di avere in una piazza della città una giostra con cavalli a due piani. Si tratterebbe di una cosa mai avuta finora in città, ma resta da capire dove posizionarla data la necessità di avere uno spazio adeguato. La proposta di chi ha avanzato l’istanza era quella di un posizionamento nella zona di Bari Vecchia, dove già l’albero occupa abbastanza spazio. Necessario trovare un’alternativa adeguata in modo da poterla vedere in funzione per questo Natale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA