Maxi sequestro della Polizia a imprenditore di trasporti, beni per 200mila euro. Controlli anche a Bari

Mercoledì 23 Febbraio 2022

La Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato e la Squadra Mobile di Salerno hanno eseguito un sequestro di beni mobili, immobili ed assetti societari, per un valore complessivo di circa 200 milioni di euro, riconducibili ad un imprenditore di Nocera Inferiore in provincia di Salerno attivo da circa 25 anni nel settore dei trasporti e della logistica. L'attività, disposta dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Salerno su richiesta della Dda di Salerno, ha riguardato le provincie di Salerno, Reggio Emilia, Bari, Napoli e Mantova.

Il sequestro

Il sequestro ha interessato 11 società presenti in più province italiane, 1500 autoarticolati facenti parte dei numerosi assetti societari dediti alla logistica e ai trasporti di merce, 100 beni immobili (fabbricati, terreni, 3 ville di lusso e 9 appartamenti), un'imbarcazione da diporto e una Ferrari. Beni, secondo la ricostruzione effettuata dal Tribunale, ritenuti provento di numerosi reati fiscali, consumati grazie al concorso di familiari e terzi compiacenti e ricorrendo a innumerevoli condotte illecite quali la fraudolenta sottrazione al pagamento delle imposte, l'utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, l'appropriazione indebita, la bancarotta fraudolenta e l'intestazione fittizia di beni a terzi e prestanome.

© RIPRODUZIONE RISERVATA