Litiga con la compagna dell'ex marito e lo uccide: arrestata una 29enne

Venerdì 2 Agosto 2019
E' morto per una coltellata al torace, inferta dalla madre dei suoi tre figli. Dramma ad Acquaviva delle Fonti, dove Francesco Armigero è stato ucciso al termine di una furibonda lite nella quale, oltre a lui, erano coinvolte la sua attuale compagna e la sua ex moglie, Nancy Lucente, madre dei suoi tre figli. Proprio quest'ultima è stata arrestata per omicidio dai carabinieri, come disposto dal sostituto procuratore della Procura di Bari, Francesco Bretone. 

Il delitto è avvenuto in una palazzina di via monsignor Laera, occupata al piano terra dalla ventinovenne Lucente e, al primo piano, da Armigero e la nuova compagna, una donna barese di 31 anni.

Secondo quanto ricostruito dai militari dell'Arma, intervenuti sul posto, la compagna avrebbe rimproverato bruscamente uno dei figli dell'uomo, scatenando la furia della madre. Da qui, la lite che Armigero - secondo le testimonianze raccolte - avrebbe tentato di sedare. E proprio in quei momenti concitati l'uomo sarebbe stato raggiunto da una coltellata. A impugnare l'arma, l'ex moglie. 

I vicini hanno allertato i carabinieri e il 118. Il trentenne è stato immediatamente trasportato all'ospedale Miulli di Acquaviva, dove è morto intorno alle 21. La donna che lo ha accoltellato è stata fermata e interrogata a lungo, così come le altre persone che si trovavano nella casa e anche i vicini. Nell'appartamento è stato trovato e sequestrato il coltello ritenuto l'arma del delitto.  Ultimo aggiornamento: 3 Agosto, 12:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA