Caritas Bari-Bitonto, protocollo con la prefettura per accogliere i profughi ucraini

Caritas Bari-Bitonto, protocollo con la prefettura per accogliere i profughi ucraini
2 Minuti di Lettura
Lunedì 11 Aprile 2022, 08:30 - Ultimo aggiornamento: 08:31

La Caritas diocesana di Bari-Bitonto ha sottoscritto un protocollo d'intesa con la Prefettura di Bari per l'accoglienza di profughi provenienti dall'Ucraina.
La Caritas diocesana, tramite la disponibilità di Enti religiosi e comunità parrocchiali, ha messo a disposizione 25 posti a titolo gratuito. Particolare attenzione sarà data all'accoglienza di nuclei mono genitoriali (mammabambino) e donne sole.

I servizi

La Caritas garantirà, attraverso la rete dei volontari e delle parrocchie, l'accoglienza in ogni sua forma, garantendo l'orientamento legale, l'orientamento ed accompagnamento ai servizi sociosanitari, il supporto psicologico ed accompagnamento all'alfabetizzazione italiana degli adulti ed inserimento scolastico dei minori. Tale disponibilità si aggiunge alla rete di accoglienze diocesane già messe in campo in queste settimane. Al momento l'Arcidiocesi di BariBitonto sta dando ospitalità e sostegno a 51 persone provenienti dall'Ucraina, 25 adulti e 26 minori.

La settimana scorsa, sono partiti da Bari due tir straordinari di aiuti alla popolazione ucraina diretti verso l'hub di distribuzione, allestito in Polonia e gestito dalla Ong Save Ukraine, con beni di prima necessità: alimentari in scatola, alimenti per neonati, pannolini, farmaci e prodotti per l'igiene inviati ad Olkusz, nei pressi di Cracovia in Polonia. La raccolta, organizzata dall'associazione In.Con.Tra con la collaborazione dell'associazione Tempo Libero Bari e dell'associazione Italia-Ucraina, è stata supportata dal Capo di gabinetto del presidente della Regione Puglia, Claudio Stefanazzi, e dal vice, Domenico De Santis, dal dirigente regionale della Protezione Civile, Nicola Lopane.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA