Incidente sulla Provinciale tra Turi e Conversano: un morto e cinque feriti

Incidente sulla Provinciale tra Turi e Conversano: un morto e cinque feriti
di Alfonso SPAGNULO
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 27 Luglio 2022, 09:45 - Ultimo aggiornamento: 11:56

Un morto e cinque feriti: è il bilancio di un tragico incidente stradale avvenuto ieri sera sella provinciale che collega Turi a Conversano (via Castellana). A scontrarsi due Citroen C3. Per uno degli occupanti non c’è stato scampo ed è morto sul colpo. Nell’impatto è deceduto sul colpo Nicola Cappellano, 70 anni e residente a Turi.

I feriti a sirene spiegate verso gli ospedali

I cinque feriti sono stati trasportati in codice rosso negli ospedali “San Giacomo” di Monopoli, Policlinico di Bari, Di Venere di Bari, “Santa Maria degli Angeli” di Putignano e “Miulli” di Acquaviva delle Fonti. Sul posto è intervenuta una squadra dei vigili del fuoco del turno B del distaccamento di Putignano. I rilievi di rito sono stati effettuati dai carabinieri della Stazione di Conversano coadiuvati, nella viabilità, dai colleghi della Stazione di Castellana Grotte.

 

Un altro incidente a Monopoli

Un altro grave incidente si è verificato invece attorno alle 20.30 a Monopoli, nei pressi del panificio L'Assunta: una moto di grossa cilindrata è entrata in collisione con una minicuper. Ad avere la peggio il centauro, portato in ospedale, mentre l'automobilista è rimasto illeso.

Il bilancio del week-end

Sono state 34 le vittime sulle strade italiane nell'ultimo fine settimana, quello tra venerdì 22 e domenica 24 luglio, in calo rispetto al record di 42 morti della settimana precedente. Lo ha reso noto l'Asaps, Associazione sostenitori Polstrada. Nelle 72 ore di questo fine settimana le 34 vittime mortali sono così suddivise: 13 automobilisti, 13 motociclisti, due ciclisti, tre pedoni, due conducenti di furgone e un conducente di quad morti. Tre incidenti mortali sono avvenuti in autostrada, 15 sulle strade extraurbane principali. La fuoriuscita del veicolo senza il coinvolgimento di terzi è stata la causa più frequente, con 19 sinistri fatali. Sono nove gli utenti che avevano più di 65 anni. L'Emilia-Romagna ha contato 7 decessi, 6 in Lombardia, 4 in Puglia, 3 in Veneto e Lazio, 2 in Trentino-Alto Adige, Sicilia e Sardegna, 1 in Friuli Venezia Giulia, Marche, Abruzzo, Calabria e Liguria. Da aprile i fine-settimana hanno sempre contato numeri superiori ai 30-35 decessi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA