Impatto violento fra auto: tre feriti intrappolati nelle auto. Uno è grave

Venerdì 17 Giugno 2022 di Alfonso SPAGNULO

È di tre feriti, di cui uno in gravi condizioni, il bilancio di un incidente stradale avvenuto nella tarda mattinata di oggi sulla provinciale Polignano a Mare - Conversano, proprio all'ingresso di Polignano. A scontrarsi una Lancia Y condotta da un 30enne polignanese e una Fiat 500, noleggiata da una coppia di turisti. L'urto è avvenuto in un tratto rettilineo il che lascia pensare che la causa del sinistro possa essere un sorpasso azzardato. Uno scontro violentissimo che ha distrutto la parte anteriore della Fiat 500 ma soprattutto ha fatto ribaltare su di un fianco la Lancia Y incastrando tra le lamiere il conducente. Sono dovuti intervenire i vigili del fuoco del distaccamento di Monopoli per estrarlo.

I pompieri hanno letteralmente tagliato il tetto del mezzo. Sul posto sono intervenute diverse ambulanze del 118. Una di queste ha trasportato il giovane di Polignano a Mare al Policlinico di Bari: le sue condizioni sono gravi. Ferite meno serie (infatti sono stati portati via in codice giallo) per i due occupanti della Fiat 500. Sul posto, per i rilievi di rito, i carabinieri della Stazione di Conversano mentre la Polizia locale di Polignano a mare, ha regolato la viabilità deviando il traffico su arterie alternative in quanto la provinciale è rimasta chiusa per ore. Solo dopo i rilievi, la rimozione dei mezzi incidentati (posti sotto sequestro) e la pulizia della carreggiata dai detriti è stata ripristinata la normale viabilità.

Strade pericolose e incidenti frequenti

 

L’incidente di ieri ripropone ancora una volta la pericolosità delle provinciali dell’area metropolitana barese. Criticità amplificate in questo periodo dall’aumento del numero di mezzi sul territorio preso letteralmente d’assalto dai turisti. E non è una novità. Perché dando uno sguardo alle statistiche proprio nelle stagioni primaverile ed estiva c’è un incremento degli incidenti stradali sulle provinciale baresi. Il giovedì e il venerdì sono i giorni della settimana in cui si verifica la più alta percentuale di incidentalità, seguiti dal lunedì. Il sabato, invece, si conferma maglia nera per indice di mortalità. Se la Statale 16 è l’arteria del barese con il maggior numero di sinistri subito dopo seguono una serie di provinciali a dimostrazione di come queste ultime necessitino di interventi importanti ai fini della sicurezza. Il problema, probabilmente, è che non ci sono soldi per mettere in sicurezza l’intera rete viaria provinciale e si cerca di fare buon uso delle risorse a disposizione. Diventa anche difficile programmare in quanto sono talmente tanti i punti critici che anche a doverne sceglierne qualcuno diventa un problema. Per fare un esempio un tempo quando c'era un punto critico si procedeva a rifare completamente il manto stradale ora si riesce solo a colmare l’eventuale buca. E’ anche vero che spesso gli incidenti sono causati dall’imperizia degli automobilisti, dall’alta velocità, dalla distrazione dovuta ai cellulari e altro ancora ma è altrettanto vero che i cittadini invocano interventi urgenti. C’è chi consiglia di installare lungo le provinciali gli autovelox in modo che siano da deterrente all’alta velocità, chi invece vorrebbe maggiore presenza delle forze dell’ordine.


 

Ultimo aggiornamento: 18 Giugno, 08:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA