Inchiesta sui magistrati di Trani, assolto il colonnello dei carabinieri Colacicco: «Da lui nessun depistaggio»

Inchiesta sui magistrati di Trani, assolto il colonnello dei carabinieri Colacicco: «Da lui nessun depistaggio»
2 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Novembre 2022, 23:36

Il tenente colonnello dei carabinieri Angelo Colacicco è stato assolto perché «il fatto non sussiste». E si conclude così, dunque, il giudizio celebrato con rito abbreviato, che vedeva l'ex comandante del Noe dei carabinieri di Bari accusato di depistaggio e calunnia nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Lecce sui magistrati Antonio Savasta e Michele Nardi, in servizio a Trani. Per quelle accuse, Colacicco fu messo ai domiciliari nel marzo nel 2021 per uscirne pochi giorni dopo su decisione del Tribunale del Riesame.

Ora la sentenza di assoluzione, pronunciata dal giudice per l'udienza preliminare Lucio Setola con formula piena: la Procura aveva chiesto per il colonnello Colacicco la condanna a due anni e sei mesi di reclusione. Nel procedimento si era costituita parte civile la pm leccese Roberta Licci, che aveva chiesto per Colacicco la condanna al pagamento di una provvisionale di 10mila euro.

Il commento

Molto soddisfatto l'avvocato difensore di Colacicco, Francesco Ruggiero che al Corriere del Mezzogiorno ha dichiarato: «Sì, provo grande soddisfazione per aver ridato dignità e onore al colonnello Colacicco da sempre estraneo a tutte le contestazioni. Un processo non semplice che però ha chiarito tutta la vicenda»

© RIPRODUZIONE RISERVATA