H&M chiude 7 negozi in tutta Italia, in bilico Bari: ecco i punti vendita che non riapriranno. A rischio 145 lavoratori

Sabato 25 Aprile 2020
Doccia fredda a pochi giorni dalla fine del lockdown: il mega store "H&m" di via Sparano a Bari potrebbe presto chiudere, la direzione aziendale lo ha comunicato in un incontro con i rappresentanti sindacali dei lavoratori. Una ipotesi assolutamente inattesa, tanto da fare scrivere subito una lettera alla Uiltucs Puglia per chiedere un incontro urgente all'azienda svedese con sede italiana a Milano.

«Abbiamo appreso in queste ore, con non poco stupore, della vostra decisione di procedere alla chiusura del negozio di Bari - scrive Marco Dell'Anna, segretario Uiltucs Puglia - sebbene ad oggi non vi fossero ufficialmente indicatori economici negativi tali da presupporre provvedimenti simili, con potenziali conseguenze pesantissime ai danni dei livelli occupazionali esistenti».

Il sindacato chiede una convocazione urgente in modalità videoconferenza. In quello che fu il palazzo della Rinascente, oggi lavorano cinquanta persone. Il punto vendita di Bari è solo uno nella lunga lista delle possibili chiusure annunciate dalla multinazionale della moda (i lavoratori ne contano sette), che nel cuore dell'emergenza Coronavirus ha prospettato pesanti conseguenze a causa del crollo delle vendite per il lockdown.

Già un mese fa la catena di abbigliamento low cost svedese H&M aveva annunciato di poter essere costretta a tagliare decine di migliaia di posti di lavoro dopo la chiusura di migliaia di punti vendita in tutto il mondo per l'emergenza coronavirus.

Dopo quasi due mesi di lockdown e 3.441 negozi chiusi in tutto il mondo per l'emergenza, mercoledì l'azienda ha discusso il futuro occupazionale dei dipendenti di 7 negozi in Italia che verranno definitivamente chiusi

Leggi anche > Supermercati aperti o chiusi il 25 aprile, la mappa regione per regione

Come riporta UILTuCS, l’azienda ha comunicato alle organizzazioni sindacali le tempistiche di chiusura dei seguenti punti vendita:

• I primi 3 punti vendita che non riapriranno dopo la fase da Covid 19 sono 2 a Milano e 1 a Udine
– i negozi di Milano che non riapriranno sono quelli di Corso Buenos Aires e quello di via Torino per un totale di 70 lavoratori. 
– il punto vendita di Udine comprende 14 dipendenti. 

• Gli altri punti vendita interessati da una chiusura prevista tra agosto e novembre sono i seguenti:
Grosseto, chiusura prevista 9 agosto 18 unità operanti
Gorizia chiusura prevista 8 novembre 12 unità operanti

• 2 punti vendita di Vicenza centro 16 unità operanti e Bassano in provincia di Vicenza 18 unità operanti le chiusure sono previste tra agosto e novembre.

Il totale delle unità in esubero è 145 così suddivise: 39 part time, 62 full time, 10 tempi determinati e 34 lavoratori a chiamata per i quali la UILTuCS aveva già contestato l’utilizzo improprio della tipologia stessa.

A detta dell’azienda la decisione di chiudere i 7 punti vendita H&M è stata assunta dalla casa madre svedese, affermando che tale scelta si ritiene indispensabile la continuità degli altri 172 punti vendita. Ora resta da capire il destino dello store barese.

  Ultimo aggiornamento: 17:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA