Il ballerino Giordano Signorile è libero: era bloccato a Kiev e Farnesina e Intelligence lo hanno tratto in salvo

Il ballerino Giordano Signorile è libero: era bloccato a Kiev e Farnesina e Intelligence lo hanno tratto in salvo
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 2 Marzo 2022, 14:39 - Ultimo aggiornamento: 3 Marzo, 20:11

"Giordano Signorile è libero. Noi siamo felicissimi". L'annuncio social di Michele Laricchia, sindaco di Capurso, riempie di gioia: è stato portato in salvo il ballerino italiano Giordano Signorile che era rimasto bloccato a Kiev nel mezzo del conflitto. Il ballerino è stato tratto in salvo con un'operazione portata avanti dall'intelligence in collaborazione con l'Unità di Crisi della Farnesina.

«Sono ancora in viaggio, sarà un viaggio lunghissimo. Sono riuscito a lasciare la città di Kiev ma mi trovo ancora in Ucraina. Arriveremo al confine con la Moldavia. Non sono ancora in Italia e neanche in Moldavia, quindi non sono definitivamente al sicuro per ora»: lo scrive su facebook Giordano Signorile, il 19enne ballerino di Capurso, in provincia di Bari, portato in salvo oggi con un'operazione della nostra intelligence in collaborazione con l'Unità di crisi della Farnesina. Il ragazzo è in viaggio per rientrare in Italia.

Conferme anche dal governo

«Giordano Signorile è al sicuro. Il giovane ballerino pugliese, bloccato a Kiev dall'inizio della guerra, è stato portato in salvo questa mattina. Voglio ringraziare la nostra intelligence che ha condotto l'operazione insieme all'unità di crisi della Farnesina e con l'interessamento del ministro Di Maio. La famiglia potrà riabbracciarlo molto presto». Lo dichiara in una nota la sottosegretaria alla Giustizia Anna Macina.

La mamma: non vedo l'ora di stringerlo

«Ho gli occhi colmi di gioia, ma sino a quando non riuscirò ad abbracciarlo e stringerlo a me sarà una felicità a metà»: a parlare con l'Ansa è la signora Fausta Policarpo, la mamma del ballerino 19enne, Giordano Signorile, bloccato a Kiev dopo lo scoppio della guerra e oggi messo in salvo. «Non sono ancora riuscito a sentirlo - prosegue - perché ha la batteria del telefono scarica e sino a quando non arriva a destinazione deve risparmiarla per eventuali comunicazioni importanti. Da quello che so dovrebbero essere in viaggio per la Moldavia. Ha solo 19 anni, è stata una bella mazzata ma se l'è cercata», dice sorridendo.

La storia

Il 19enne Giordano Signorile, originario di Capurso, in provincia di Bari, vive da cinque anni in Ucraina dove si è trasferito al 14 anni per coltivare il suo sogno: diventare un ballerino professionista e calcare i principali palcoscenici internazionali. Per questo è iscritto all'Accademia di danza di Kiev, dove si è rifugiato dal giorno dello scoppio della guerra.

Assieme ad altri due amici, un ragazzo e una ragazza di origini cinesi, si è rifugiato nel garage interrato dell'Accademia durante i bombardamenti, nel quartiere Voskresenka, a circa 40 chilometri dal centro. Senza mezzi a disposizione, non ha potuto spostarsi per raggiungere l'ambasciata italiana. La sua famiglia ha lanciato più appelli negli ultimi giorni affinché qualcuno andasse a prenderlo per portalo in un luogo sicuro.

Domenica sera c'è stata anche una telefonata tra il governatore Michele Emiliano e il papà del ragazzo. Ieri i cittadini di Capurso sono scesi in piazza, dando vita ad una fiaccolata contro la guerra e per invocare di mettere in salvo il loro giovane concittadino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA