Decaro sul nodo ferroviario: «Ricorsi legittimi, ma rischiamo di perdere una grande opportunità»

Decaro sul nodo ferroviario: «Ricorsi legittimi, ma rischiamo di perdere una grande opportunità»
2 Minuti di Lettura
Sabato 26 Novembre 2022, 18:42 - Ultimo aggiornamento: 20:40

«Ci sarà un ricorso da parte di Rfi e Regione perché il tribunale ha ordinato di rifare la procedura per l'autorizzazione paesaggistica che era il tema contestato dalle associazioni». Così il sindaco di Bari, Antonio Decaro a proposito dello stop del Tar di Puglia al nodo ferroviario di Bari. «I ricorsi sono legittimi - ha proseguito - ed è legittimo che un Tribunale emetta una sentenza. Ma su alcune opere pubbliche, come quelle finanziate con il Pnrr, se non si spendono le somme entro il 2026 si perde una straordinaria occasione per il nostro Paese».

Tre miliardi di euro

«Fra Pnrr e fondi europei su Bari, fra quelli gestiti direttamente dal Comune e quelli gestiti da società come per esempio Ferrovie, si parla di tre miliardi di euro di impatto sulla città. Se non li utilizziamo sprechiamo una straordinaria possibilità», ha concluso Decaro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA