Dal Giappone alla Puglia per assumere: 150 posti di lavoro alla Ntt

La multinazionale leader nel settore dell’It ha scelto Bari per investire

Sabato 21 Maggio 2022 di Elga MONTANI

Un’altra eccellenza ha scelto Bari. Si tratta della Ntt data, multinazionale giapponese leader nel settore dell’It, che si occupa tra le altre cose di digitale, consulenza, cyber security e system integration. Con l’obiettivo di favorire il dialogo tra mondo del lavoro e della formazione, creare sinergie pubblico-privato e valorizzare la ricerca accademica nell’ambito dell’Information technology è stato siglato un protocollo tra l’azienda e il politecnico di Bari.

L'accordo

Si tratta di un accordo triennale, rinnovabile, che si sviluppa parallelamente all’insediamento dell’azienda in città e che prevede, tra le altre cose, l’istituzione di un nuovo corso di laurea magistrale in Trasformazione digitale e l’aumento dei posti per i corsi di Ingegneria informatica. Inoltre, la collaborazione sarà sostenuta anche attraverso l’attribuzione di tesi di laurea e borse di studio. Previste iniziative di sperimentazione e casi pilota, incluse commesse di ricerca, la partecipazione congiunta a programmi di ricerca nazionali e/o internazionali.
Ntt Data si renderà disponibile per attività che potranno comprendere lo svolgimento di tirocini a favore di studenti e/o neolaureati Poliba; l’organizzazione di visite e stage didattici indirizzati agli studenti; l’organizzazione di conferenze e seminari; lo svolgimento di corsi post-lauream, ed infine il finanziamento di assegni di ricerca per corsi di dottorato di ricerca erogati dall’Ateneo su temi concordati. Gli ambiti principali della collaborazione saranno: cloud native technology, cybersecurity, iot, blockchain, hyperautomation, data intelligence e intelligence automation, opensource, integration platform, customer relationship management, digital supply chain e enterprise resource planning.

Lavoro, bandi e concorsi in Puglia. Ecco dove si assume

«Inizia una collaborazione con Ntt Data, in uno dei settori in cui abbiamo maggiormente investito negli ultimi anni – sottolinea il rettore del Politecnico di Bari, Francesco Cupertino - sarà una opportunità per i nostri studenti per trovare un posto di lavoro, ma soprattutto per essere coinvolti in tematiche di grande rilievo nell’ambito della trasformazione digitale. Collaboreremo in attività di ricerca, ma anche di formazione, e di trasferimento tecnologico ovvero le tre anime del politecnico di Bari. Sarà anche una opportunità per attrarre sempre più studenti nei nostri corsi di laurea, che si stanno evolvendo. Avremo il prossimo anno nuovi corsi che spero possano essere riempiti da persone che possano essere interessate anche a questo tipo di percorsi di collaborazione».

Il percorso di 45 studenti


Ieri mattina, si è già iniziato con un percorso di avvicinamento alle tematiche di interesse di Ntt Data, in cui sono stati coinvolti 45 studenti. Una prima opportunità, sia per gli studenti che per l’azienda, per conoscersi e confrontarsi. «La nostra aspettativa è molto alta, abbiamo una esperienza al Sud in termini motivazionale esaltante – dichiara Luca Isetta, chief operating officer di Ntt Data - abbiamo tematiche comuni, non siamo in antitesi, e crediamo moltissimo nello sviluppo del territorio. Da tempo volevamo venire in Puglia, crediamo che sia il momento di dare una spinta decisa a questo investimento. In questi ultimi anni sono cambiate molte cose, ma non è cambiata la nostra voglia di creare un ecosistema sano di collaborazione pubblico-privato. Vogliamo portare conoscenza sul territorio, vogliamo arricchirlo e creare i presupposti per i quali le persone del territorio possano sviluppare la nostra sede di Bari, creando le condizioni perché questa spirale sia sempre più di sviluppo».

Concorsi per 209 posti in Regione, caos alle prove selettive. E arriva la Polizia

Uno dei punti cardine dell’accordo è legato alla volontà di assottigliare il gap presente tra la domanda delle aziende e l’offerta di personale che viene formato dalle università. D’altronde, il settore in questione è un ambito in continuo sviluppo, in cui le competenze apprese cinque anni fa oggi sono già obsolete. La stessa Ntt Data ha al suo interno una Academy attraverso la quale viene fatta formazione continua ai dipendenti. L’accordo consentirà di far sì che la formazione di base degli studenti sia quanto più possibile vicina a ciò che serve all’azienda, sempre nell’ottica del successivo continuo perfezionamento. In questa ottica, questa partnership prevede che le varie attività vengano valutate e definite mediante la sottoscrizione di appositi accordi attuativi. Responsabili scientifici della convenzione sono il professor Michele Ruta per il politecnico di Bari e l’ingegner Stefano Veltri per Ntt Data Italia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA - SEPA 

 

Ultimo aggiornamento: 17:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA