Cosmetici e profumi contraffatti: sequestrate 8mila confezioni

Lunedì 7 Ottobre 2019
La Guardia di Finanza di Bari ha sequestrato oltre 8mila confezioni di prodotti cosmetici contraffatti e di profumi con impressa la dicitura “tester - vietata la vendità” presso l'ingrosso di un cinese. L'uomo è stato denunciato. Il controllo delle Fiamme Gialle è scattato anche in seguito a diverse segnalazioni di alcuni commercianti della zona, che si erano lamentati della concorrenza illecita praticata dall'imprenditore cinese con la vendita di cosmetici di marchi famosi di dubbia provenienza e a prezzi molto bassi. Nei locali aziendali i finanzieri hanno notato subito decine di scaffali su cui erano riposte confezioni di cosmetici, messe in commercio a un prezzo decisamente inferiore a quello di mercato. In più, gli ombretti e altri prodotti destinati al trucco femminile presentavano evidenti imperfezioni nel packaging e nelle etichette, oltre all'assenza di qualsiasi indicazione sulla composizione. I successivi accertamenti hanno fatto accertare che si trattava di prodotti contraffatti che, quindi, sono stati sequestrati.

Ispezionando il deposito è stato possibile scoprire campioni di prova di profumi di note marche di moda - destinati alle profumerie e ai negozi specializzati - che riportavano la dicitura 'vietata la vendità in varie lingue. Anche queste sono state sottoposte a vincolo cautelare dai finanzieri baresi per sottrarle al commercio illecito. Il commerciante, così, è stato denunciato per ricettzione e introduzione in Italia di prodotti contraffatti mentre i prodotti, circa 8mila confezioni, sono stati sequestrati. Stando a una prima valutazione, profumi e cosmetici, qualora immessi sul mercato, avrebbero fruttato all’imprenditore cinese oltre 250mila euro. © RIPRODUZIONE RISERVATA