Conversano, torna il rito delle 7 Pupe della Quarantana. Ogni domenica al tramonto una "pupa" scandisce il tempo che manca per la Pasqua

Conversano, torna il rito delle 7 Pupe della Quarantana. Ogni domenica al tramonto una "pupa" scandisce il tempo che manca per la Pasqua
3 Minuti di Lettura
Giovedì 3 Marzo 2022, 19:24

Sarà una "pupa" a tenere il tempo e ricordare quante settimane mancano alla domenica di Pasqua. E' il rito delle 7 Pupe della Quarantana, che si rinnova anche quest'anno a Conversano dal 2 marzo al 17 aprile 2022.

La tradizione

Anche quest'anno l’associazione turistica Pro Loco Conversano ha ripreso l’antico rito esponendo in Piazza Castello e nelle vie del centro storico le sette pupe della quarantana.

La tradizione vuole che ogni domenica al tramonto venga fatta cadere una pupa segnando così le settimane rimanenti prima del giorno di Pasqua quando a mezzogiorno invece viene fatta cadere l’ultima pupa, la più grande vestita di bianco, e vengono regalate cioccolate e caramelle ai bambini.


Dopo gli eccessi del Carnevale culminanti nella "cremazione" del suo fantoccio, giunge la Quaresima, il tempo di digiuni, astinenze in segno di espiazione di colpe da emendare.

A Conversano, come dice l'Architetto Sante Simone: "La Quaresima era accolta lietamente dai bambini. I ragazzi poi avevano cara la Quaresima, perché era il tempo del giuoco del verruzzolo (trottola), di suonare le castagnole (nacchere), la trozzola (raganella), la tremola (tabella) e la tromba (scacciapensieri)."
“[Durante la Quaresima] le ragazze solevano tendere un filo dalle finestre difronte di due case nelle strade, e sospendervi sette pupattole con ciambelline, e quella di mezzo col fuso, la conocchia e tutti gli altri strumenti per la filatura e tessitura. Ciò aveva nome di Quarantana, ogni sette giorni si toglieva una pupattola…”

Una tradizione molto sentita e attesa dai cittadini tamto che le volontarie della Pro Loco di Conversano, per diffondere l’antica tradizione, ogni anno, organizzano corsi specifici e laboratori nelle scuole primarie della città, e su YouTube hanno pubblicato un video tutorial per realizzare le pupe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA