Comunali-BARI/ A Triggiano trionfa Donatelli, Giannone a Sannicandro. Ad Adelfia riconfermato Cosola. Noicattaro e Ruvo testa a testa

Lunedì 4 Ottobre 2021
Il sindaco Donatelli con il suo staff

Triggiano, avanti con Donatelli

Triggiano riconferma l'uscente Antonio Donatelli, sostenuto anche dalla lista Con Emiliano. Una sfida interna al centrosinistra contro Giovanni Campobasso, sostenuto invece dal Pd. Il primo cittadino ha parlato con i dati non ancora ufficiali (preferenze intorno al 60%), ma con la riconferma ormai assodata: «L'obiettivo è stato centrato: ringrazio la cittadinanza per la fiducia accordataci. C'è gioia, ma avverto anche un forte senso di responsabilità verso chi ci ha chiesto di continuare a governare Triggiano. La continuità sarà il denominatore comune del nostro mandato. Emiliano mi ha chiamato per complimentarsi e per augurarmi buon lavoro. Governeremo per il bene della città e senza interessi o fini personali. Sentirò Campobasso: è stato un testa a testa elettorale tra persone a modo».

Ruvo, il sindaco uscente al ballotaggio

Si configura un ballottaggio tra Luciano Lorusso e il sindaco uscente Pasquale (detto Ninni) Chieco a Ruvo di Puglia. Al momento - secondo i dati ufficiali del Ministero - una sola sezione scrutinata, ma i numeri dei comitati elettorali sembrano andare nella stessa direzione. Secondo i primi dati: Pasquale Chieco al 43%, Luciano Lorusso al 43%, Biagio Mastrorilli 5%, Domenico Berardi 4%, Santi Zizzo 3%.

Adelfia, la riconferma di Cosola

Giuseppe Cosola, secondo i dati che arrivano da Adelfia, sarà riconfermato come sindaco. Nel comune alle porte di Bari, va al candidato uscente la battaglia con Costantino Pirolo. "Ci credevo, avevo avuto la percezione per quanto avevamo visto in queste settimane. Avevamo cinque liste, compatte, fatte da ragazzi che mi hanno sempre sostenuto. Questa è stata l'arma vincente, le liste si costruiscono negli anni, con la fiducia e con la forza. Gli ultimi due anni, a causa del Covid, sono stati importanti, distruttivi. Adesso stacchiamo per due giorni e poi ricominciamo a lavorare per la città". Pirolo, dal proprio comitato, promette battaglia in Consiglio: "Dovremo fare un'opposizione ancora più incisiva, forse siamo stati fin troppo morbidi e troppo spesso abbiamo parlato solo di noi".

Testa a testa a Noicattaro

Solo proiezioni, al momento, per il comune di Noicattaro. Testa a testa tra tutti e tre i candidati a sindaco: sembrerebbe in vantaggio Riccardo Innamorato, con Sergio Ardito e Antonello Diciolla subito alle spalle. Rispettivamente: 36,4%, 32,2%, 31,4%, secondo una prima proiezione calcolata sui dati - parziali e non ufficiali - diffusi dai vari comitati elettorali. Sarà una battaglia a tre fino all'ultimo voto.

Sannicandro avanti con Giannone 

Giuseppe Giannone sarà ancora sindaco di Sannicandro, con la lista "Una nuova Sannicandro insieme". Il sindaco uscente si è attestato sopra il 63%. "Non ho ancora un dato ufficiale - ha commentato a scrutinio ancora in corso -. Però credo proprio che sia così, che abbiamo vinto. E' stata una campagna elettorale non bella nei toni e nei modi, però va bene così, abbiamo spiegato quanto abbiamo fatto, quello che vogliamo fare nei prossimi e siamo stati ascoltati. Abbiamo avuto il successo che meritavamo. Gli ultimi anni sono stati impegnativi, ma va bene anche questo. Abbiamo voluto dare attenzione alle persone che sono più indietro. Cosa faremo da domani? Quanto fatto fino a ieri, abbiamo due o tre cantieri che stanno per partire, abbiamo da distribuire alla popolazione i contributi Covid che non abbiamo distribuito per non essere tacciati di questo. La giunta? No, è ancora presto, non so nemmeno chi sono gli eletti".

Questi i dati ufficiali per Sannicandro: Giuseppe (detto Beppe) Giannone è riconfermato sindaco con la lista Una Nuova Sannicandro Insieme. Per lui il 63,57% dei consensi, con 3.590 voti. Lo sfidante, Giovanni Turchiano, chiude con 2.057 voti e il 36,43%. Otto seggi per la maggioranza, quattro per la minoranza.

Ultimo aggiornamento: 21:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA