«Dacci 20mila euro o ti distruggiamo la profumeria»: arrestati tre ventenni

Venerdì 26 Marzo 2021

Hanno minacciato e tentato di estorcere denaro al titolare di una profumeria al quartiere Libertà di Bari, percuotendolo in più occasioni e minacciandolo di distruggergli il negozio. Per questo, alle prime luci dell’alba, gli agenti della Squadra mobile di Bari - su disposizione del gip del tribunale del capoluogo pugliese - hanno arrestato tre giovani di 20 anni, ritenuti responsabili di tentata estorsione, aggravata dal metodo mafioso.

IL PIZZO

Gli estorsori avevano imposto alla vittima il pagamento di 20.000 euro, da corrispondere nel giro di poche ore oppure la cessione del locale a uno di loro, come unica alternativa al pagamento. Le indagini condotte dalla Mobile hanno consentito di identificare i tre uomini: si tratta di Nicola Primavera, Emmanuel Mezzina Troiani e Giuseppe Patruno, ritenuti vicini al clan degli Strisciuglio, egemone nei quartieri baresi di Libertà e San Paolo.

Ultimo aggiornamento: 15:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA