Cantieri, restyling per la città: decine di strade si rifanno il look

Cantieri, restyling per la città: decine di strade si rifanno il look
di Samantha DELL'EDERA
4 Minuti di Lettura
Venerdì 9 Dicembre 2022, 06:49 - Ultimo aggiornamento: 08:36

Da via Amendola al Quartierino, con un unico percorso rimesso in sesto dal nuovo asfalto. Il Comune di Bari ha riavviato gli interventi di manutenzione straordinaria delle strade, utilizzando il finanziamento regionale di cinque milioni di euro. E subito dopo lo stop ai cantieri, dettato dalla necessità di non intralciare il traffico nel primo e secondo municipio, per le festività natalizie, i lavori ripartiranno e interesseranno una ampia area della città.

Da via Amendola (il tratto ovviamente che non è stato già riqualificato con la realizzazione del progetto delle quattro corsie) gli operai si sposteranno su un itinerario lungo e strategico che abbraccerà diversi municipi. Si proseguirà quindi per via Gentile dalla tangenziale di Bari fino a viale Japigia, per poi continuare su viale Japigia all'altezza della Fiat, via Oberdan, poi via Capruzzi. «Ovviamente interverremo per i tratti che non sono già stati interessati da nuovi asfalti», spiega l'assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Galasso.

I cantieri

Dopo via Capruzzi gli operai si sposteranno verso Villa Romanazzi Carducci, via Cifarelli e via Sangiorgi fino alla rotatoria con viale Tatarella. «Non con l'appalto di Strada per strada della Regione ma con un altro finanziamento prosegue Galasso su via Sangiorgi abbiamo in programma un ulteriore intervento di riqualificazione dalla rotatoria con viale Tatarella fino ad una nuova rotatoria da realizzarsi con viale Pasteur, sovrastante l'imbocco del sottovia Giuseppe Filippo dal lato di viale Pasteur». Via Sangiorgi cambierà radicalmente, sul modello di via Amendola: diventerà a quattro corsie con uno spartitraffico centrale. Sarà realizzata anche una pista ciclabile da due metri e mezzo sul lato di Deodato dove ci sono anche pochi accessi. Mentre dall'altro lato è previsto un marciapiede di tipo pedonale anche a servizio dei residence e delle nuove costruzioni in via di realizzazione.

Gli interventi del nuovo anno

«Si tratta continua Galasso di un intervento fortemente migliorativo dei flussi di viabilità e risolverà tantissimo il problema dell'interferenza di via Sangiorgi quando le auto svoltano per andare verso via Cifarelli e da lì verso via Capruzzi, con una manovra a centro strada. In questo modo si obbliga ad arrivare alla nuova rotatoria per potersi svincolare in modo più sicuro. Inseriremo continua Galasso - una nuova pista ciclabile e faremo in modo che si connetta con quella del ponte per avvicinarsi con quella del Quartierino e poi da qui lungo viale Pasteur per collegarsi con tutto il sistema di ciclabilità che sta realizzando le Fal nell'ambito dei loro interventi correlati alla soppressione del passaggio a livello di via delle Murge». Il progetto approvato è già cantierizzabile: i lavori partiranno già nei primi mesi del 2023.

Gli interventi sui nuovi asfalti proseguiranno a gennaio su via Manzoni (propedeutici alla pedonalizzazione light che il Comune ha intenzione di avviare su un tratto della strada del Libertà) e via Argiro. Qui sarà l'Acquedotto ad occuparsi del rifacimento dell'asfalto come ha già fatto per via Crispi e come sta facendo su via Roberto da Bari. In via Argiro sarà sistemato un asfalto stampato in analogia con quello che c'era prima.
Dopo lo stop ai cantieri, partito il 7 dicembre e che terminerà il 6 gennaio, e che riguarda però solo la viabilità del 1° e 2° Municipio, oltre alle strade di ingresso in città rappresentate da via Bruno Buozzi e via Napoli, ripartiranno quindi i vari progetti. Con i cinque milioni di euro della Regione, oltre alle strade già citate, se ne aggiungeranno altre, fino ad esaurimento fondi.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA