Cameriere viola la quarantena e si reca al lavoro: denunciato

Martedì 2 Giugno 2020
Un cameriere di 21anni, positivo al Coronavirus e in quarantena, è andato a lavorare in un ristorante nel quartiere Libertà di Bari, celando il suo stato di salute.
Il ragazzo si è giustificato spiegando che aveva paura di perdere il lavoro. Il caso è ora all'attenzione della Procura e il giovane è stato denunciato per violazione degli obblighi di quarantena.
La Asl, che ha effettuato i tamponi ai suoi colleghi e al datore di lavoro, potrebbe disporre la temporanea chiusura del locale anche se dalle prime indagini risulterebbe che il giovane non ha avuto contatti con i clienti.
l giovane è risultato positivo il 29 maggio, e per questo era in quarantena con altri nove famigliari.
Domenica scorsa i finanzieri si sono recati a casa sua, un'abitazione in un seminterrato condivisa dall'intera famiglia ma all'appello mancava proprio il 21enne. Dopo alcune ricerche, lunedì mattina lo hanno trovato nel ristorante dove lavorava e in cui nessuno era al corrente della sua positività. Ultimo aggiornamento: 13:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA